Condividi su facebook
Condividi su twitter
Francesco Ciurnella, ex dipendente regionale all'assessorato della Sanità, ha preso il posto di Roberto Tortoioli alla guida della Uil Pensionati Perugia Umbria.
Ciurnella francesco uil umbria

È Francesco Ciurnella, ex dipendente regionale all’assessorato della Sanità, a prendere il posto di Roberto Tortoioli alla guida della Uil Pensionati Perugia Umbria.
Il 63enne perugino è stato infatti eletto all’unanimità dal sesto congresso regionale del sindacato che si è svolto nel capoluogo umbro lunedì 16 giugno.

A Ciurnella, Tortoioli, eletto tesoriere, lascia una categoria che conta 12.500 iscritti in tutta la regione, di cui circa 9.500 nella provincia di Perugia e 3.000 in quella di Terni, e alcune indicazioni sulla necessità di una maggiore capacità di comunicazione e coordinamento con le altre sigle sindacali.
Termino la mia esperienza – ha affermato l’ex segretario – con un sindacato in buone condizioni. Abbiamo impostato questo congresso sulla necessità di costituire una rete nel sindacato. Se ciò non si concretizzasse rischieremmo di trovarci in grossa difficoltà. Con ‘fare rete’ intendo la solidarietà tra le categorie e soprattutto tra le tre confederazioni.
Non dico di pensare a un sindacato unico ma almeno a un lavoro in sinergia perché è questo ciò che serve nelle attuali condizioni economiche e politiche”.

Condivido in pieno – è stato il commento del neo segretario alle indicazioni del suo predecessore – la linea perseguita fino ad oggi. L’unità con le altre sigle sindacali è essenziale per dare maggiore forza e sviluppo alle nostre posizioni”.

L’assemblea, che si è aperta con le relazione del segretario uscente Tortoioli, è stata presieduta da Giorgio Piantoni, segretario provinciale di Uilp Terni, Adelio Regnicoli e Giuseppe Terradura, rispettivamente segretario organizzativo e membro della segreteria di Uilp Perugia Umbria, Claudio Bendini, segretario regionale di Uil Umbria, e Alberto Oranges, segretario nazionale di Uilp. Erano presenti, inoltre, Aldo Potenza, Oliviero Capuccini e Giorgio Menghini, segretari regionali umbri rispettivamente del Psi, dello Spi Cgil e della Fnp Cisl.

Al centro dei lavori congressuali, anche la politica nazionale con le richieste avanzate unitariamente al primo ministro Renzi dai pensionati di Cgil, Cisl e Uil.
In particolare, le parole d’ordine sono state: lavoro, sviluppo, occupazione; tutela del reddito; welfare pubblico e solidale; legge sulla non autosufficienza; lotta agli sprechi e ai privilegi; necessità di estendere la riduzione delle tasse anche ai pensionati.
Richieste al governo queste, a cui Tortoioli chiede di aggiungere anche una ferma lotta all’evasione fiscale.

“Il mio lavoro sarà – ha dichiarato Ciurnella – incentrato nel portare avanti queste istanze. Convocherò sin da subito la nuova segreteria per impostare i primi passi da fare in questo senso”. “Bene – ha quindi sottolineato Oranges – gli ottanta euro promessi anche per i pensionati. Ci auguriamo che questo impegno sia mantenuto perché con le pensioni bloccate da tanti anni tra i 500 e gli 800 euro mensili non è che si viva proprio bene. C’è bisogno, inoltre, di un ripensamento sull’età pensionabile, la più alta d’Europa, che ha sua volta genera problemi ai giovani che non riescono a trovare lavoro”.

Nel corso della giornata è stato anche ricordato il lavoro svolto dai sindacati con la Regione Umbria che ha portato risultati concreti come la recente firma del protocollo d’intesa ‘Interventi del piano regionale integrato per la non autosufficienza 2013-2014’. “Abbiamo avuto la certezza del fondo a disposizione – ha spiegato Tortoioli –. Sia il fondo nazionale che quello regionale sono però largamente insufficienti a coprire il fabbisogno, tuttavia siamo parzialmente soddisfatti, se non altro, per aver ottenuto regole ai fini della ripartizione e la possibilità, per noi, di verifiche nel corso dell’anno”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter