Condividi su facebook
Condividi su twitter
Il Tribunale amministrativo ha accolto il ricordo dell'ANCI Umbria, capofila di una serie di ANCI regionali
mfront_colle_timmari

Il pagamento dell’Imu sui terreni agricoli è stato sospeso, fino al 21 gennaio 2015, dal Tar del Lazio. Il Tribunale amministrativo regionale  ha accolto in via preliminare il ricorso contro il decreto ministeriale del 28 novembre presentato dall’Anci Umbria, capofila di una serie di Anci regionali.
Le motivazioni sulla sospensione riguardo il pagamento della tassa entro il 26 gennaio, sono “la assoluta incertezza dei criteri applicativi, la irragionevolezza dell’imposizione, gli effetti gravi sul pareggio di bilancio dei Comuni, il rischio dissesto, le pesanti conseguenze sull’erogazione dei servizi, i ristrettissimi tempi per la riscossione del tributo e la palese violazione delle norme a tutela del contribuente in materia di retroattività“.
“Una buona notizia per i cittadini e le imprese agricole ed una piccola battaglia vinta da noi sindaci, ma non possiamo accontentarci”, commenta il Sindaco di Todi,  Carlo Rossini, che ha seguito la pratica in seno all’ANCI Umbria.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter