Condividi su facebook
Condividi su twitter
Per il progetto “Beat the Street Muoviamo Terni”, primo in Italia, si potrà partecipare all'impresa, a piedi e in bicicletta dal 14 febbraio al 29 marzo 2015
BTS_Terni_logo

La città di Terni, prima in Italia, diventa il teatro di un viaggio, nel quale camminare e andare in bicicletta fa guadagnare punti e premi
Il progetto “Beat the Street Muoviamo Terni”, la grande sfida globale tra i camminatori delle città del mondo, un modo nuovo e divertente per mettere in movimento i cittadini e promuovere modalità sostenibili negli spostamenti.
L’impresa, a piedi e in bicicletta, entrerà nel vivo dal 14 febbraio al 29 marzo 2015 ed è parte del progetto Beat the Street proposto dal Centro di Ricerca sugli stili di vita salutari “Curiamo” dell’Università di Perugia con Eurobis e in collaborazione con Intelligent Health.
 
Scuole, associazioni e aziende possono organizzare delle squadre e competere con le altre, condividendo l’obiettivo comune di compiere un viaggio di 200mila chilometri.
Partecipando tutti possono vincere un premio, mentre un premio in denaro sarà devoluto alla squadra che totalizzerà il massimo dei punti.

Per partecipare i cittadini riceveranno una tessera, che dovrà essere “passata” su speciali sensori chiamati beat boxes installati sui pali in giro per la città.
Passando la tessera su due lettori si registra la distanza percorsa in un viaggio.
I partecipanti possono controllare i progressi nel sito www.terni.beatthestreet.me, che mostra la classifica delle squadre e i chilometri effettuati dai partecipanti.

“La gara – spiega Giannermete Romani, responsabile locale Beat the Street Muoviamo Terni – ha l’obiettivo di rendere la comunità più attiva. La mancanza di attività fisica è considerata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità il quarto fattore di rischio per la salute a livello mondiale e piccoli cambiamenti nelle abitudini quotidiane possono fare la differenza.
Insieme vorremmo muoverci verso un’idea di salute che insieme si può costruire, immaginando Terni come possibile modello per le altre comunità cittadine della nostra regione e del nostro paese.

Appassionata la risposta dei dirigenti scolastici, dei rappresentanti della fitta trama dell’associazionismo ternano, che è vitale e accogliente, e delle istituzioni coinvolte.
Ottima premessa per un bel viaggio da fare insieme, foriero di spunti e idee, di energie buone per una città che, sospesa tra un passato forte e un futuro da immaginare, vuol tracciare strade possibili”.
Per il professor Pierpaolo De Feo, direttore “Curiamo” dell’Università di Perugia “Beat the Street Terni fa parte di una strategia internazionale per promuovere l’attività motoria e contrastare la sedentarietà.
I precedenti progetti di Beat the Street in grandi città come Londra, Shangai, New York hanno dimostrato l’efficacia della metodologia”. Il progetto è stato reso possibile dal supporto della Coca Cola Foundation Europa.
Le tessere per partecipare al progetto possono essere ritirate, a partire da oggi, nella sede del Cesvol di Terni, in via Montefiorino, 12/c.

 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter