L'assessore auspica che ci siano ancora i margini per recuperare la manifestazione organizzata dall'associazione Verde Todi
todi-fiorita

La scomparsa di TodiFiorita dal calendario degli eventi turistici di Todi, ufficializzata martedì dagli organizzatori, produce una prima reazione ufficiale da parte degli ambienti comunali, le cui precisazioni sono affidate all’assessore alla cultura e al turismo Andrea Caprini.
Desidero esprimere rammarico – scrive Caprini – per la scelta dell’Associazione Verde Todi di non organizzare più Todi Fiorita. Come anticipato alla stampa e ai rappresentanti dell’associazione medesima, il Comune di Todi era pronto a fare la propria parte per finanziare e sostenere la manifestazione.
Nello specifico, ad una riunione tenutasi il 12 febbraio scorso, l’Amministrazione comunale si era dichiarata disponibile ad impegnare 15 mila euro, oltre iva, per l’organizzazione dell’evento, un impegno importante anche se inferiore all’anno passato, dettato dalle contingenze della redazione di un bilancio che impone a tutti gli uffici di contenere le uscite per l’ente.
Evidentemente ciò non è stato ritenuto sufficiente dall’associazione Verde Todi e questo spiace anche alla luce del fatto che l’Amministrazione comunale ha tenuto sempre in grande considerazione la manifestazione. A testimonianza di ciò, infatti, a differenza di altre manifestazioni culturali, l’Amministrazione comunale finanziava l’organizzazione direttamente e non mediante la procedura prevista per l’erogazione dei contributi.
Ribadendo il massimo sostegno da parte di tutte le strutture comunali – conclude Caprini –   auspico che ci siano ancora margini per recuperare anche per l’anno 2015 Todi Fiorita e non diventi anche questa manifestazione una ulteriore vittima delle difficoltà economiche in cui oggi gli Enti Locali operano“.

condividi su: