Fino a martedì 29 settembre 2015, per la “Settimana dell’ Ipercolesterolemia Familiare”, controlli gratuiti presso l’Ambulatorio delle Malattie del Ricambio Lipidico della Medicina Interna dell'ospedale di Perugia
colesterolo

La Società Italiana per lo Studio dell’Aterosclerosi (SISA) ha promosso, da giovedì 24 settembre a martedì 29 settembre 2015, la “Settimana dell’ Ipercolesterolemia Familiare”, campagna di sensibilizzazione organizzata dalla Società Europea dell’Arteriosclerosi con un duplice obiettivo, quello di rendere consapevoli gli italiani del ruolo della componente genetica nell’ipercolesterolemia e quello di aumentare la conoscenza di questa patologia che in Italia è spesso sottostimata.

L’ipercolesterolemia familiare in Italia interessa circa 240.000 persone, ed è caratterizzata da elevati valori di colesterolemia che spesso si manifestano già dalle prime decadi di vita; in questi pazienti, che sono ad alto rischio cardiovascolare (infarto, ictus), è molto importante eseguire i controlli sin da giovani, anche prima dei 18 anni, specie se in presenza di ipercolesterolemia nei genitori, e ripeterli poi almeno ogni 5 anni.
Si calcola che in Umbria siano circa 1600 i pazienti affetti da ipercolesterolemia familiare.

L’iniziativa “Settimana dell’ Ipercolesterolemia Familiare” prevede quindi la possibilità per gli ipercolesterolemici di contattare i Centri specializzati SISA per ricevere consulti ed informazioni gratuite relative alle problematiche diagnostiche e/o di trattamento dell’ipercolesterolemia familiare.
Tra questi vi è il Centro di Perugia del quale è responsabile la professoressa Graziana Lupattelli

Aderiscono alla manifestazione i 38 Centri Italiani per lo studio delle dislipidemie. Tutti questi Centri afferiscono al progetto LIPIGEN, un network italiano finalizzato alla identificazione, studio e trattamento delle dislipidemie genetiche.

Il Centro Lipigen della nostra Regione si trova presso l’Ambulatorio delle Malattie del Ricambio Lipidico della Medicina Interna (Direttore prof. Elmo Mannarino) – Azienda Ospedaliera di Perugia; la responsabile di questo progetto è la professoressa Graziana Lupattelli (graziana.lupattelli@unipg.it , telefono 075 5784023 – 5784040) ; il progetto Lipigen prevede che questi pazienti, una volta individuati, vengano sottoposti ad analisi del sangue finalizzata ad individuare il difetto genetico che ne è responsabile

condividi su: