Alla scuola primaria di Fratta Todina prende il via un progetto che prevede un percorso di educazione alla lettura, rivolto a bambini delle classi terza, quarta e quinta
laboratorio lettura fratta

È possibile che i genitori dei bambini della Primaria di Fratta Todina, a partire dalla prossima settimana, intravedano per casa strani, nuovi personaggi, parlanti lingue remote e magari corredati da abiti improbabili, accessori di altre epoche, e poi spade, bacchette magiche, cappelli appuntiti…
Niente paura: a evocare queste labili immagini sarà la fantasia dei bambini, che con la memoria rivivranno, e con l’immaginazione arricchiranno, quanto appreso in un pomeriggio di qualche giorno prima.
Da venerdì 11 maggio, infatti, presso la Scuola Primaria di Fratta Todina, si inaugura un percorso di educazione alla lettura, rivolto a bambini delle classi terza, quarta e quinta.
Il laboratorio è un progetto realizzato dalla Cooperativa Frontiera Lavoro, in collaborazione con il Comune di Fratta Todina, la Direzione Didattica Primo Circolo e l’Associazione Lavori in corso.
I bambini saranno condotti in un viaggio nei territori della narrativa: della fiaba, delle leggende, del racconto epico, delle storie tradizionali e così via. Saranno educati all’ascolto ma avranno soprattutto un ruolo attivo: si eserciteranno nella lettura espressiva ma anche nella capacità di interpretare personaggi e situazioni fantastiche, fino a esercitazioni di recitazione e performance teatrali.
Come sottolinea il Vicesindaco e Assessore ai servizi sociali Paolo Pascocci, “questa iniziativa ha la finalità di arricchire l’azione formativa che la scuola offre ai bambini, cercando di abituarli a leggere i testi con atteggiamento critico e riflessivo, e di migliorare le proprie capacità di lettura e comprensione dei diversi generi letterari affrontati”.
Il laboratorio, che è gratuito, sarà condotto da Livia De Luca, esperta di dizione, lettura espressiva, recitazione, e si terrà di pomeriggio presso la scuola Primaria di Fratta Todina, il mercoledì e il venerdì.
A seguirlo saranno 23 bambini, che non vedono l’ora di imparare cose nuove e condividere emozioni e storie fantastiche: magari per poi raccontarle ai propri genitori e insegnando loro, una volta tanto, qualcosa…

condividi su: