Condividi su facebook
Condividi su twitter
A Todi per Iubel Festival le parole di Jacopone e la musica di Gioacchino Rossini scuotono e incantano il pubblico
_MG_7691

Domenica a Todi è andato in scena lo Stabat Mater di Gioacchino Rossini diretto dal Maestro Ezio Bosso per Iubel Festival. Circa mille persone hanno riempito la Chiesa di San Fortunato. Una scelta evocativa e simbolica voluta dalla Stabat Mater, l’associazione che organizza la manifestazione, perché in quella chiesa si trova la tomba di Jacopone da Todi a cui è attribuito il testo di una delle preghiere più musicate della storia.

Il Maestro Ezio Bosso dirigeva l’orchestra Europa Filarmonica (con componenti da tutta Europa), il Coro Filarmonico Rossini di Pesaro e i giovani solisti della Fondazione Luciano Pavarotti (Floriana Cicio, Isabel Lombana Mariño, Rino Matafù e Andrea Pellegrini). Gli attori Veronica Rivolta e Matteo Tanganelli hanno letto i versi dello Stabat Mater nel testo originale e in traduzione. “Un evento – ha commentato nell’introduzione Valentina Parasecolo, direzione creativa della manifestazione – nel senso vero del termine: questo è un momento fuori dall’ordinario che consacra l’arte come elevazione e trascendenza.

Il sold out è stato accompagnato da una partecipazione sentita e commossa culminata nell’ovazione finale e nel bis. Questo pubblico, internazionale ma con una nutrita componente locale, secondo Claudio Peri, presidente dell’associazione Stabat Mater, ha un significato preciso: “La presenza e adesione entusiastica di tanti tuderti agli eventi del festival e, in particolare, a questo concerto, ci dicono che Jacopone si sta finalmente affermando come riferimento per la comunità e motivo identitario di unità e orgoglio.”

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter