L'Amministrazione Comunale prevede la realizzazione, entro il 2020 di due ascensori verticali a Porta Orvietana e l'implementazione delle attuali aree di parcheggio
Ascensori verticali

L’Amministrazione Comunale di Todi, ha presentato alla Regione dell’Umbria il proprio progetto, relativo alla nuova risalita del parcheggio di Porta Orvietana.
L’impianto dell’ascensore inclinato, in questi diciannove anni di vita, ha contribuito a modificare radicalmente la nostra città, facendo sviluppare una zona (quella di Via Ciuffelli), che dal momento della apertura del parcheggio ha visto crescere diverse attività commerciali.

La città si trova, oggi, a fare i conti con la programmazione dei prossimi trenta anni, che risulteranno decisivi per la vita del centro storico.
In tal senso, il programma del Comune di Todi prevede la nascita di un nuovo parcheggio nella zona di Viale della Fabbrica ed il potenziamento degli impianti di risalita del parcheggio di Porta Orvietana.
Gli uffici del Comune hanno così predisposto un “Progetto di fattibilità tecnica economica, per la implementazione dei sistemi di collegamento del parcheggio comunale di Porta Orvietana”, cominciando a lavorare sulla ipotesi di finanziamento dello stesso.
Il progetto è finalizzato alla realizzazione di due ascensori verticali accoppiati, di alcuni percorsi pedonali, al fine di integrare ed implementare l’attuale sistema di risalita meccanizzato.

L’intervento ipotizzato e condiviso in via preliminare con la Soprintendenza Architettonica, prevede la realizzazione di un percorso meccanizzato verticale composto da due ascensori verticali il cui punto di imbarco è stato previsto in prossimità del rudere di Porta Orvietana, così da consentirne una maggiore valorizzazione grazie alla presenza degli utenti che utilizzeranno questa nuova infrastruttura.
Il primo tratto della corsa dei due impianti meccanizzati è previsto in galleria e consentirà di superare un dislivello di circa 18 metri. Giunti a questa quota, un percorso pedonale connette i due percorsi esistenti anch’essi pedonali, consentendo così anche la valorizzazione naturalistica di questo versante del Colle.
Da questa quota il percorso meccanizzato “cambia pelle “e le due cabine, prima in trincea, lasciano il posto a due vani completamente vetrati, dai quali sarà possibile ammirare il panorama delle colline intorno Todi.
Una passerella in vetro ed acciaio, collegherà infine i due ascensori al belvedere dei Giardini Oberdan, consentendo così di offrire a turisti e residenti del Comune, delle alternative per raggiungere i parcheggi posti a valle.
Contestualmente alla realizzazione dei percorsi meccanizzati infatti, il progetto si propone di integrare l’attuale area di sosta anche con i parcheggi esistenti ubicati lungo via Montesanto e attualmente destinate ad altri usi, finalizzandoli alla realizzazione di aree di sosta per i residenti e per tutti i soggetti che quotidianamente per ragioni di lavoro raggiungono il Centro Storico di Todi.
L’intervento consentirà infine di valorizzare il recupero ed il restauro del rudere di Porta Orvietana.
Il piano prevede di ottenere i relativi finanziamenti entro l’autunno e di definire la progettazione esecutiva per la gara e l’affidamento nel prossimo inverno, affinché entro il 2020 si possa avere l’impianto completamente realizzato.

condividi su: