La donna, dopo le prime cure all'ospedale di Perugia, è stata trasferita al Centro grandi ustionati di Cesena
IMG_6752

Una donna di 79 anni, residente nella prima periferia di Perugia, è rimasta gravemente ustionata in più parti del corpo  a seguito di un ritorno di fiamma di una stufa appena azionata con l’alcool.
L’infortunio, come riferisce una nota del S.Maria della Misericordia, è avvenuto nella prima mattinata di mercoledì e subito dopo l’allarme dato dai familiari sono stati  attivati i soccorsi. Le prime cure sono state prestate nella sala emergenza del S. Maria della Misericordia da una equipe composta da dermatologi, dall’anestesista Dott.ssa Ada Vecchiarelli e dai sanitari del Pronto Soccorso coordinati dalla dott.ssa  Nabilia Said.
Le ustioni di primo e secondo grado hanno riguardato oltre il 30% del corpo ed in particolare, torace, collo e viso.  Dopo che  la paziente è stata messa  in sicurezza, i sanitari della centrale del 118 hanno  richiesto l’intervento dell’elisoccorso per il trasferimento presso il centro grandi ustionati di Cesena. Le condizioni della donna vengono  considerate gravi e la prognosi è riservata.

condividi su: