Evento per la chiusura dell'anno scolastico dei servizi all'infanzia gestiti dalle suore di Madre Speranza
fratta todina
“Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio…” recita un antico proverbio africano. Con questo clima di reciproca comprensione e collaborazione, sabato 1 giugno, a Fratta Todina, l’Asilo Nido “La Coccinella” e la Scuola dell’Infanzia “Sacro Cuore” hanno festeggiato VIII edizione della Festa della Famiglia.
Oltre 350 persone hanno preso parte all’evento. Educatori, insegnanti, volontari, genitori, nonni e zii hanno dato testimonianza di una comunità coesa e attenta a custodire il valore della famiglia. Un pomeriggio soleggiato e arricchito dalle rappresentazioni teatrali dove i bambini sono stati i primi protagonisti, seguito da giochi liberi nel parco inclusivo Arcobaleno, giochi animati per tutti e cena condivisa con tutti i presenti.
La Festa della Famiglia è sicuramente il momento per eccellenza per dare spazio alla partecipazione allargata nel segno di un legame che nel tempo si è consolidato. Essa rappresenta l’incontro di persone che hanno a cuore il benessere dei bambini e che, nella diversità dei compiti e dei ruoli, sono testimonianza di inclusione, accoglienza secondo lo stile pedagogico della Beata Madre Speranza.
“La Beata – sottolinea la direzione pedagogica dei servizi all’infanzia offerti dalla comunità religiosa delle Ancelle dell’Amore Misericordioso di Fratta Todina – ha posto sempre una particolare attenzione rivolta alla famiglia: non si può parlare di benessere del bambino se si trascura quello dei genitori, in quanto si riconosce nell’azione educativa la priorità della famiglia nel mondo del bambino.”
L’amministrazione dei due servizi, l’asilo nido e la scuola dell’infanzia, esprime “un sentito riconoscimento di gratitudine coloro che, con grande generosità, hanno collaborato e contribuito a rendere la Festa della Famiglia una celebrazione partecipata e ricca di emozioni! Sottolineata, in particolare, la disponibilità e collaborazione dei volontari delle Proloco di Fratta Todina, della frazione di Pontecane e della Proloco di Montecastello di Vibio e l’apprezzamento del pubblico per l’animazione dello staff dell’associazione Magicabula e per la collaborazione artistica del Teatro laboratorio Isola di Confine”.

condividi su: