Si ripercorre la storia del club tuderte, fondato il 9 giugno 1979, con presidente l’ingegner Pirrami
rotary 40 anni

Era il 1979 quando l’ingegnere Osvaldo Pirrami volle aprire a Todi un club Rotary, ossia quell’associazione di servizio che il suo fondatore l’americano Paul Harris aveva sognato e realizzato nell’ormai lontano 1905.

I soci fondatori del club tuderte in quel lontano 9 giugno 1979 oltre all’Ingegner Pirrami che ricopriva la carica di presidente furono: Francesco Cricco, Arnaldo Granieri, Sergio Orsini, Giorgio Pianegiani, Giuseppe Spazzoni, Gianfranco e Nanni Pierucci, Giuseppe Poponi e Giovanni Tenneroni. Da allora seguendo il motto dell’associazione che è “servire al di sopra di ogni interesse personale” è iniziato il cammino del Rotary Club di Todi nel suo territorio, nella sua città e nel mondo dove il Rotary International è presente in quasi tutti i paesi. In quaranta anni il club di Todi ha messo in atto decine e decine di attività a favore della sua collettività: borse di studio, restauri di monumenti e opere d’arte, pubblicazioni, progetti per le scuole di ogni ordine e grado, macchinari ospedalieri, scambi tra soci e giovani di diverse nazionalità, conferenze, incontri di approfondimenti, seminari, aiuti umanitari, donazioni, insomma tutto ciò che un club service può fare per la crescita civile, culturale e umana del contesto in cui opera.

Questo è stato possibile solo grazie all’impegno infaticabile dei suoi soci, professionisti in diversi settori, che si mettono al servizio della propria comunità, con animo disinteressato e con l’obiettivo di migliorarla sempre e comunque. Il rotariano è l’uomo del progettare e poi del fare e su questo binomio il Rotary Club di Todi ha saputo eccellere nei sui 40 anni di vita diventando un punto di riferimento imprescindibile per la sua città.

condividi su: