Siamo di fronte all’ennesimo atto inqualificabile di Ralph Shaw. Ieri, venerdì 19 luglio 2019, insieme alle brochure e ai volantini che pubblicizzano l’evento del Todi Sagrantino Cup 2019 (di cui lui ne è organizzatore), è stato distribuito materiale infamante nei confronti di Catiuscia Marini. La manifestazione in questi anni è stata sempre patrocinata dalla Regione Umbria e da numerosi comuni del territorio, tra cui Montefalco e Todi (da quest’ultimo anche sempre lautamente finanziata). Numerose sono le aziende di prestigio che sostengono la manifestazione. Ci chiediamo come sia possibile che con contributi pubblici, soldi di tutti i cittadini, l’organizzatore possa diffondere volantini infamanti, beceri e di pessimo gusto nei confronti di chi che sia. Insulti beceri a Catiuscia Marini e al suo operato come Presidente dell’Umbria, l’inchiesta giudiziaria farà il suo corso, al di là di questo la Regione Umbria negli ultimi anni, in molti settori, ha raggiunto risultati inaspettati, tanto che viene spesso presa d’esempio da molte realtà, anche al di fuori dei confini nazionali. Il materiale in questione è stato distribuito in tutte le attività commerciali della città e, ancor più grave, all’interno dei palazzi e uffici comunali di Todi.
Chiediamo con forza che il Sindaco di Todi Antonino Ruggiano, tutti i Sindaci dei Comuni che patrocinano il Todi Sagrantino Cup, le Istituzioni Regionali, Provinciali e le Imprese che finanziano l’evento, prendano le immediate distanze dall’organizzatore e da ogni sua iniziativa diffamatoria; il soggetto non è nuovo ad atti da querela come questo.
Ricordiamo che i soldi dei contribuenti devono essere utilizzati solo per fini meritori e con il criterio del buon padre di famiglia.
Questo gesto inqualificabile getta discredito a tutti coloro, istituzioni e privati, che hanno inteso sostenere la Todi Sagrantino Cup.

condividi su: