Il gruppo consiliare Territorio Comune, chiede al sindaco di Gualdo Cattaneo dove si svolgeranno le prossime lezioni scolastiche, dato che sono state chiuse le scuole di Gualdo e San Terenziano per vulnerabilità sismica
banchiscuola

Elisa Benvenuta, Presidente del gruppo consiliare “Territorio Comune” del Comune di Gualdo Cattaneo, prospetta un futuro incerto per gli alunni della scuola di Gualdo Cattaneo e San Terenziano.

Tra poco più di un mese suonerà la campanella – scrive in un comunicato Elisa Benvenuta – ma ancora non è dato sapere dove e come trascorreranno l’anno scolastico gli alunni di Gualdo Cattaneo Dopo la chiusura della scuola la Giunta naviga a vista. Quello che è certo è che in data 08.07.2019 il neo eletto Sindaco Enrico Valentini ha emesso ordinanza con la quale è stata disposta la chiusura immediata della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado “A. Capitini” di Gualdo Cattaneo Capoluogo, a seguito dei risultati delle indagini di vulnerabilità sismica effettuate dall’amministrazione comunale sugli edifici scolastici di Gualdo Cattaneo e San Terenziano.

La soluzione prospettata dal Sindaco, almeno per garantire la regolare ripresa delle attività scolastiche, prevede nell’immediatezza lo spostamento degli alunni iscritti presso le Scuole di Gualdo Cattaneo all’interno del polo scolastico di San Terenziano, con un evidente e grave disagio sia per gli stessi alunni del Capoluogo, costretti a percorrere, in alcuni casi, anche 40 Km giornalieri per raggiungere la Scuola, sia per gli utenti stessi di San Terenziano, costretti, anche per questo anno scolastico, a condividere gli spazi con gli alunni delle medie in una condizione di sovraffollamento che appare insostenibile.

L’incertezza è data dal fatto che in alcune riunioni e in Consiglio Comunale sono state avanzate dal Sindaco delle proposte, in merito al superamento dell’emergenza, nonché per la ricostruzione del plesso, alquanto contraddittorie e preoccupanti, come sottolineano i consiglieri di opposizione i quali evidenziano ” la mancanza assoluta da parte dell’Amministrazione Comunale di una visione politica univoca e lineare circa la problematica”.

In particolare i Consiglieri di minoranza sottolineano come ” l’annuncio del Sindaco di voler svolgere una analisi costi /benefici- per la sistemare delle ex scuole di Pozzo, prendendo in considerazione un successivo spostamento degli alunni in questione in quel sito, non ha fatto altro che aumentare il livello di incertezza e di disappunto in capo genitori”.

Elisa Benvenuta – Presidente del “Gruppo Territorio Comune” – rileva, soprattutto all’esito delle risposte rese all’interrogazione presentata dal suo gruppo all’ultimo Consiglio Comunale del 30.07.2019, come ” la giunta naviga a vista essendo completamente in balia degli eventi e delle pulsioni campanilistiche e partitiche, che dimostrano di condizionare ogni giorno la sua azione amministrativa”.

Per queste ragioni il Gruppo di minoranza annuncia che presenterà a breve al Consiglio comunale un pacchetto di proposte per uscire dall’emergenza senza creare disagi ai cittadini.

condividi su: