Ultimo evento, il 7 agosto prossimo presso Piazza del Montarone a ingresso gratuito, sarà dedicato alla musica sofisticata e di alto profilo di Antonella Ruggiero
Antonella_Ruggiero_1

La XII edizione del Festival “Suoni dal Legno”, si conferma un classico dell’estate tuderte, che consegna alla storia culturale della città un’edizione di ottimo livello. Nell’arco di diciotto giorni si sono alternati tredici eventi di musica classica e cinque di musica pop e jazz.

Grande successo ha ottenuto la location di Piazza del Montarone per i concerti di musica leggera, uno spazio isolato dal punto di vista cromatico e acustico, che ha incontrato i favori del pubblico e degli artisti che si sono esibiti. Grande importanza, da un punto di vista promozionale, la presenza di oltre cinquanta studenti provenienti da tutta Europa per le Masterclasses di Flauto, Clarinetto, Chitarra e Pianoforte che fungevano da cornice formativa al Festival.

Importante, infine, un esperimento di musica colta contemporanea, con un concerto monografico, che ha incontrato il favore del pubblico oltre le più rosee aspettative.

Ultimo evento, il 7 agosto prossimo presso Piazza del Montarone a ingresso gratuito, sarà dedicato alla musica sofisticata e di alto profilo di Antonella Ruggiero. un finale che rappresenta, nel contempo, l’apogeo dell’edizione 2019 di Suoni dal Legno, insieme al concerto di Fabio Concato e al concerto-intervista di Mogol.

Se venissero confermate le premesse della vigilia, con il concerto della Ruggiero verranno toccate le 7.000 presenze totali per l’intero Festival.

condividi su: