In pochi mesi sono raddoppiate le prestazioni; dopo la RM cardiaca da stress con adenosina attiva da luglio, entro fine anno anche un ambulatorio cardio-oncologico e la Tac cardiaca
Foto CRES MVT

All’ospedale della Media Valle del Tevere l’attività della Cardiologia Riabilitativa e Sportiva (CRES) diretta da Ugo Paliani è in continua crescita e si conferma come uno dei fiori all’occhiello della Usl Umbria 1 con 8.500 interventi nei primi 7 mesi del 2019. Nel giro di un anno, infatti, le prestazioni effettuate sono più che raddoppiate e sono destinate ad aumentare ulteriormente grazie alla “Risonanza Magnetica cardiaca da stress con adenosina“, attiva dal mese di luglio, e alle nuove attività specialistiche (ambulatorio cardio-oncologico e Tac cardiaca) previste entro fine anno.

La Risonanza Magnetica Cardiaca da stress con adenosina è una prestazione di alta specializzazione che viene attualmente eseguita ogni venerdì pomeriggio con il cardiologo Andrea Cardona, uno dei maggiori esperti italiani di RM cardiaca specializzatosi negli Stati Uniti all’Ohio State University, e che va ad implementare la già consistente attività di risonanza magnetica cardiacache viene effettuata, insieme alla Diagnostica per Immagini diretta dal dottor Angelo Lemmi, su pazienti ambulatoriali e ricoverati negli altri nosocomi dell’Umbria.

Il dott. Angelo Lemmi, che insieme al dott. Paliani, ha recentemente ospitato la prof.ssa Subha Raman dell’Ohio State University, presidente della Società Internazionale di RM cardiaca, per una lettura magistrale sul ruolo della RM cardiaca nelle linee guida cardiologiche, mette in luce con soddisfazione che “il numero delle risonanze magnetiche cardiache effettuate nel  nostro centro è aumentato del 70% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno con un trend in continua crescita; e alla base di questo risultato c’è sicuramente la creazione di un team cardio-radiologico altamente specializzato“.

Da ricordare, inoltre, la recente apertura di un ambulatorio di ecocardiografia transesofagea per pazienti sia ambulatoriali che ricoverati, che registra circa 10 esami al mese con l’obiettivo di superare le 100 procedure annuali. A questo si aggiunge l’attività di riabilitazione cardiologica rivolta ai pazienti con patologie cardiovascolari particolarmente impegnative, che vengono presi in carico non soltanto nella fase post-acuzie ma anche nel follow-up a lungo termine. Una serie di interventi di grande valore che in un anno ha portato una crescita del 50% del numero delle prestazioni anche in virtù del supporto che la struttura offre alla Medicina dello Sport della Usl Umbria 1, anche questa in espansione grazie alla convenzione con il Coni regionale.

“Entro la fine del 2019 – conclude il dottor Ugo Paliani – è in programma un ulteriore upgrade con l’attivazione di un ambulatorio cardio-oncologico e l’esecuzione di Tac cardiaca. Per tutto ciò voglio ringraziare nuovamente la nostra direzione di presidio e la direzione generale che ci stanno supportando a 360 gradi, senza logicamente dimenticare l’expertise e l’impegno indefesso dei cardiologi componenti il Cres: Claudio Fuoco, Maria Giovanna Conti e Andrea Cardona, che effettuano anche turni notturni e festivi nel reparto di Medicina Interna, elevando ulteriormente la qualità dell’assistenza ai pazienti ricoverati”.

condividi su: