Il regista, animatore del laboratorio teatrale Liminalia, viene ricordato con affetto e riconoscenza dal Preside Sergio Guarente
teatro_comunale_todi

Anche la città di Todi, e in particolare la comunità del Liceo “Jacopone”, ricorda con commozione Francesco Torchia, la cui scomparsa ha suscitato un sentimento di grande dolore e di riconoscente affetto.
Il legame del Liceo con Francesco Torchia è stato molto intenso e fervido: per ben trentatré anni, il Laboratorio teatrale “Liminalia”, diretto da Torchia, ha coltivato con impareggiabile maestria il talento per il teatro degli studenti, che si sono cimentati nella preparazione e rappresentazione di spettacoli teatrali sempre originali e avvincenti, permeati da una straordinaria e geniale capacità registica e interpretativa.
Francesco Torchia, brillantemente coadiuvato dalla compagna di lavoro e di vita Silvia Bevilacqua, ha promosso, con il rigore e l’applicazione della sua “Scuola di Teatro”, la consapevolezza negli studenti della complessità della vita e delle sue manifestazioni. “Il percorso formativo condotto dal Laboratorio teatrale “Liminalia” – sottolinea il Preside Sergio Guarente – è riuscito splendidamente a coinvolgere in prima persona gli studenti, promuovendo il loro talento e la loro creatività, con risultati tali da comportare una crescita interiore degli allievi, che hanno affinato le proprie capacità relazionali e attitudini alla ricerca, sviluppando curiosità e inventiva, volontà di partecipare e di creare”.
“La ricchezza culturale e formativa di questa esperienza – conclude Guarente – non scolorirà, non si stingerà a seguito dei subdoli colpi del tempo che invitano all’oblio, perché il teatro è “essenza del vivere” e Francesco Torchia ha insegnato, da grande maestro, tale essenza: per questo gli saremo per sempre grati”.

condividi su: