Venerdì 6 e sabato 7 a Collevalenza. Non una olimpiade, non una festa qualunque, non una competizione verbale, non un incontro scontro, non una occasione per dimenticare e alimentare indifferenza. Piuttosto due serate per esaltare socialità, informazione, formazione per le ragioni della nostra democrazia, libertà e vivere civile nel segno della speranza. Le €uropalombiadi, a Collevalenza, è un incontro festa ideata dai giovani aclisti degli anni ’70 che già in quel tempo si rifacevano al “Pensare globale ed agire locale”, attenti al dialogo, il servizio all’altro con l’altro nella “casa locale e dell’Europa” Un continente illuminato dal segno della Pace, giustizia sociale, democrazia, chiamato a dare luce al resto del mondo nella centralità dell’uomo e tutti gli uomini. La location della festa è il salone veranda e salone delle feste del ristorante da Massimo. L’edizione 2019 è condivisa e patrocinata dalle Acli dell’Umbria, Bruno Chiavari presidente. La serata del venerdì, dalle ore 20.00, sarà ludico-ricreativa con giochi da tavolo come il tradizionale torneo di briscola a coppie con ricchi premi gastronomici, bruschetta all’unto della Casella-Italia e amatriciana al tocco dello Chef. Il sabato alle ore 18,30, incontro clou con LAURA AGEA, sottosegretario di stato agli affari europei; MATTEO BRACCIALI, Acli internazionali; CARLO CHIANELLI, esperto in progettazione europea; FRANCESCO DE NOTARIS, giornalista – ex senatore; declineranno il tema “SAPERI E SAPORI PER L’EUROPA DEI PONTI. Alle ore 20.00, nel salone delle feste del ristorante da Massimo si terrà la “Spettacolare cena delle Palomme alla todina”. Tra le dolci colline dell’environ di Collevalenza, da oltre un secolo, si pratica la caccia alla Palomba. Un bellissimo volatile, emblema della pace, ieri catturato con rudimentali strumenti e trucchi come quelli che si trovavano nel riservato boschetto di caccia dei Bianchini (nobili locali) oggi sito del complesso religioso della Beata Madre Speranza, Santuario, Basilica dedicati all’Amore Misericordioso. Nei segni architettonici della basilica, l’architetto Lafuente, ha spettacolarizzato la caccia nobile, comunque di frodo, illo tempore praticata con le reti, dando alle stesse, segno e senso di accoglienza, cattura delle anime . La sapiente cucina della palomba alla todina viene dalle case nobili del Tuderte. Un piatto molto impegnativo, tutt’altro che al volo. Ci si mette al lavoro almeno tre giorni prima. Per essere a tavola è strategica una tempestiva prenotazione allo 075887140 Attrazioni ed esibizioni varie allieteranno la serata, Ferruccio Grillo darà voce ai poeti dialettali Moracci e Gentili, Peppe Paolucci disserterà della ricetta del mitico piatto. Collevalenza 4.12.19
Info 340 584 9858 

condividi su: