La notizia è clamorosa: la Soprintendenza dell’Umbria chiede la sospensione della realizzazione di un vero e proprio villaggio di Babbo Natale che si sta costruendo in Piazza del Popolo a Todi. Le parole della Soprintendente Dottoressa Marica Mercalli sono inequivocabili:  “In assenza della richiesta di autorizzazione da parte del Comune e in mancanza di un progetto sul quale ci saremmo dovuti esprimere, nella mattinata di lunedì abbiamo ritenuto opportuno chiedere la sospensione dei lavori per la realizzazione della struttura”. L’ordinanza del Comune riporta le motivazioni con cui la stessa Soprintendente dispone la sospensione, “… i manufatti sono di forte impatto visivo …danneggiano la prospettiva dei monumenti che contornano la Piazza…alterano le condizioni di ambiente e decoro”.

Anche se l’ordinanza chiede alla Loop di sospendere i lavori, è chiaro a tutti che sotto accusa è il Comune di Todi. La Giunta Comunale, infatti, con delibera n. 299 del 10 ottobre scorso ha concesso il patrocinio, l’uso del logo Città di  Todi, l’uso di Piazza del Popolo e dei Portici Comunali e un anticipo di 25.000,00 euro sul contributo per la realizzazione de “Il Natale di Todi 2019”.

Leggere la delibera, votata all’unanimità dai membri della Giunta, tutti presenti, è sconcertante e impone di fare alcune domande:

– La decisione è stata presa a seguito della ricezione di una semplice nota della stessa Loop che comunicava che “le manifestazioni inerenti al Natale 2019 verranno organizzate dall’Ass.ne Culturale LOOP”, visto che con la stessa nota è stato “rimesso il programma di massima e il bilancio preventivo della manifestazione, esistente agli atti”?

– Quindi l’amministrazione, gli assessori e il Sindaco una volta approvato il programma hanno autorizzato la realizzazione delle opere affidando alla LOOP il reperimento delle necessarie autorizzazioni, (anche sotto il profilo della sicurezza? Che non viene nominata negli atti pubblicati), senza preoccuparsi di altro?

– Nessuno degli amministratori si è preoccupato di cosa e come stava per essere realizzato in Piazza del Popolo?

L’Amministrazione Ruggiano non è nuova a questi fatti, tutti ricordiamo l’incresciosa vicenda dell’enorme albero di Natale sradicato, senza autorizzazione alcuna, dalle pendici del colle, che tentarono di posizionare in Piazza del Popolo senza riuscirci, di cui nessuno dei membri di Giunta seppe dare spiegazioni seppure le iniziative della LOOP fossero state, anche in quel caso, preventivamente autorizzate e il trasporto ingombrante fosse stato scortato dalla Polizia Municipale.

Verrebbe da dire: siamo alle solite!

Se non fosse che questo modus operandi sta diventando prassi e mette a rischio la credibilità dell’istituzione comunale e soprattutto, ancora una volta, danneggia l’immagine di Todi nell’opinione pubblica e sui media.

Andremo a fondo in questa vicenda facendo le opportune verifiche attivando, se necessario, anche ulteriori controlli da parte delle autorità preposte, Todi non si merita tutto questo.

Partito Democratico Todi

Gruppo consiliare Todi

condividi su: