Condividi su facebook
Condividi su twitter
Il Liceo “Jacopone da Todi” al suo quarto appuntamento con un’affascinante notte di iniziative culturali e ludiche
Notte del liceo classico

Per il quarto anno consecutivo, il Liceo “Jacopone da Todi” annuncia la propria partecipazione alla “Notte Nazionale del Liceo Classico”, che si svolgerà venerdì 17 gennaio 2020, dalle ore 18:00 alle ore 24:00, nella splendida cornice tuderte dell’ex Convento di San Fortunato, in Largo Martino I 1, sede del Liceo “Jacopone da Todi”. Ideata e coordinata a livello nazionale dal prof. Rocco Schembra, docente di latino e di greco presso il liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale, la Notte Nazionale del Liceo Classico giunge quest’anno alla sua sesta edizione e coinvolge 436 licei classici su tutto il territorio nazionale, in una festa aperta ovunque alla comunità scolastica e cittadina.

Titolo della serata in programma al Liceo tuderte sarà “Incanti, inganni e frammenti di sogni. Magie di parole, musica e danza, tra mondo antico e contemporaneo”, e proprio gli incanti – salvifici o perniciosi, seducenti quanto spesso ingannatori – saranno il trait d’union di molti tra i momenti che scandiranno la serata, e che vedranno la partecipazione attiva di numerosi studenti dei vari indirizzi del Liceo (classico, linguistico, scientifico e scienze umane), uniti nel rischiarare una notte invernale con la loro creatività e la loro energia.

La serata partirà all’insegna della musica, con la proiezione in contemporanea con gli altri 435 licei del brano inedito L’ombra delle nuvole del cantautore fiorentino Francesco Rainero, e vedrà tra gli altri momenti musicali il consueto intervento del Coro del Liceo “Jacopone da Todi” e un frizzante balletto ispirato al film d’animazione Alice nel paese delle meraviglie. Diversi i momenti in cui le parole – lette, declamate, recitate, cantate – saranno le protagoniste: oltre alle letture di apertura e di chiusura, rispettivamente un testo di scrittura creativa e l’incipit dell’Agamennone di Eschilo, di parole e azione vivranno tre spettacoli inediti: una libera riscrittura con alcune inversioni de La mandragola di Machiavelli, un’originale fantasia parodica su situazioni dell’Odissea, dal titolo 2020. Odissea in uno sfizio, e lo spettacolo modulare e interattivo – in cui il pubblico diventa personaggio – dei Processi a Medea, potentissima maga dell’antica Colchide.

Voci d’autore saranno poi quelle di Teocrito, con la lettura del suo secondo idillio intitolato L’incantatrice, e di Ignazio Silone, con la proposta di una riduzione dello spettacolo Il sogno di Silone, ideato e già messo in scena con successo il 9 dicembre 2019 presso la Sala Consiliare del Comune di Todi da alcuni docenti del Dipartimento di Lettere e da studenti di tutti gli indirizzi del Liceo. Completa il programma l’interessante viaggio antropologico, filosofico, psicologico e letterario sui temi della magia e del potere, dell’identità e della conoscenza connessi all’oggetto/simbolo dell’anello, da Platone a Tolkien, con incursioni anche nel mondo della cinematografia.

Per l’intera serata sarà poi possibile giocare a giochi da tavolo e di ruolo con la Compagnia dell’Aquila, vivace e appassionata associazione ludica tuderte per il secondo anno consecutivo partner del Liceo in occasione della Notte Nazionale del Liceo Classico. Per finire, alcuni studenti presso appositi infopoint saranno pronti a illustrare ai partecipanti l’Ambassador School Progamme, che in un anno liminale qual è il 2020 vede il Liceo, i suoi studenti e i suoi professori, tra gli ambasciatori del Parlamento europeo. Lungo i corridoi sarà infine possibile visionare vignette sul tema dell’educazione.

Una notte coinvolgente e luminosa di eventi, quella del 17 gennaio 2020 al Liceo “Jacopone da Todi” cui tutti sono invitati a partecipare e a lasciarsi sedurre, per qualche ora almeno, dagli incanti di questa notte nazionale del Liceo Classico.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter