Condividi su facebook
Condividi su twitter
All'Istituto Ciuffelli di Todi sono appena terminati un corso per sommelier ed uno per la potatura degli olivi; a breve ne partirà uno per degustatore ufficiale di olio extra vergine di oliva
corso potatura olivi todi

A come agricoltura. Un titolo che fa il verso ad un programma televisivo d’altri tempi ma che andrebbe bene anche per ricomprendere le attività di formazione ed aggiornamento, rivolte agli operatori e alla popolazione adulta in genere, che si stanno svolgendo in questo periodo all’Istituto Agrario di Todi.

Qui la scorsa settimana si è concluso un corso di qualifica per sommelier: 20 i partecipanti, provenienti da tutta la media valle del  Tevere, che hanno conseguito il primo livello alla presenza della presidente nazionale di Assosommelier Antonella Posta. Numerose le richieste provenienti da appassionati ed operatori del mondo enologico e della viticoltura, tanto che al “Ciuffelli” si sta già lavorando per organizzare un nuovo corso di primo livello ed un altro di secondo livello.

Giovedì 6 febbraio, invece, è terminato un corso di potatura degli olivi (i partecipanti nella foto), tenuto nell’azienda della scuola, in collaborazione di Assoprol, con esperta esterna Angela Canale e tutor Moreno Quagliarini. Anche qui sono tante e tali le iscrizioni che sono già state programmate altre due edizioni, articolate su 4 incontri pomeridiani in campo: la prossima partirà l’11 febbraio, la successiva a fine mese.

Sempre a metà febbraio, il 13, si avrà l’avvio il corso di degustatore ufficiale di olio extra vergine di oliva, iniziativa che punta a diffondere la conoscenza di questo prodotto che rappresenta una delle ricchezze enogastronomiche dell’Umbria. Il corso, tenuto dagli esperti di Assosommelier, si articolerà in undici incontri serali che affronteranno vari aspetti: dalla storia dell’olio extravergine di oliva, all’analisi sensoriale, passando per le tecniche di coltivazione e raccolta, i sistemi di produzione, le varietà e i principali difetti dell’olio, fino agli aspetti legati alla salute.

Conoscere, saper spiegare e promuovere l’analisi sensoriale sarà quindi il “compito” degli esperti in materia formati attraverso questo percorso didattico. Il corso prevede le degustazioni di 60 diversi prodotti, così da permettere ai corsisti di arrivare a riconoscere e distinguere gli oli di oliva presenti sul mercato. Non certo di minor interesse l’abbinamento dell’olio con i cibi, che verrà approfondito con quattro degustazioni guidate ogni sera.

I corsi citati sono solo alcuni tra quelli che animano, con cadenza settimanale, la vita della Cittadella Agraria tuderte. Corsi pomeridiani e serali, convegni, presentazioni di libri, seminari di aggiornamento, degustazioni, incontri con esperti di fama sui più diversi aspetti del comparto alimentare, con un’attività a favore sia degli studenti che degli operatori e della città nel suo complesso. “Si tratta di attività – sottolineano al “Ciuffelli” – che pur facendo capo alla fattoria didattica arricchiscono il piano dell’offerta formativa della scuola ed hanno una forte ricaduta sulla professionalizzazione degli studenti, che spesso partecipano volontariamente per arricchire il proprio curriculum in attesa del conseguimento del diploma”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter