Condividi su facebook
Condividi su twitter
Il Comitato è attivo nella distribuzione di farmaci ed alimenti; nel territorio massetano si occupa della consegna di alimenti e medicinali a circa 25 nuclei familiari
croce_rossa

Il Comitato della Croce Rossa di Massa Martana, sempre in prima fila nelle attività inerenti il terzo Settore, anche in occasione dell’attuale grave pandemia Codiv-19 è in campo con i suoi Volontari. Ha collaborato al Pre-triage presso l’Ospedale della media valle del Tevere fino alla sua riconversione definitiva in Ospedale Codiv. È attivo nella distribuzione di farmaci ed alimenti e, da ultimo è stato chiamato dal Comune di Gualdo Cattaneo, che insieme a Giano dell’Umbria e Massa Martana compone l’ambito territoriale di sua competenza, ad occuparsi della distribuzione di farmaci ed alimenti ai cittadini della Frazione di Pozzo, dichiarata “zona rossa”, e pertanto impossibilitati ad uscire dai propri alloggi.

“Da ultimo – informa il presidente della CRI Giovanni Barlozzari – il Dipartimento della Protezione Civile ha individuato la Croce Rossa quale struttura che provvederà alla distribuzione dei pacchi alimentari da destinare alle famiglie che in questo momento si trovano in difficoltà a seguito delle restrizioni imposte dal DPCM. Questi generi andranno a sommarsi alle decine di quintali di generi alimentari che già il Comitato, in sinergia con il Banco Alimentare e su segnalazione dei Servizi Sociali del Comune, distribuisce ad oltre 25 nuclei familiari del territorio”.
Inoltre il Comitato sta facendo preparare, grazie alla disponibilità di un’azienda artigiana del posto, delle mascherine in stoffa, oggetto di donazione alla CRI da parte di un privato, lavabili e quindi riutilizzabili che verranno distribuite gratuitamente ai cittadini che ne faranno richiesta e da indossare nel momento in cui si debbano recare presso  esercizi commerciali per acquistare alimenti quali frutta verdura etc. Verranno distribuite anche mascherine di tipo “chirurgico” ma che mal si prestano al riutilizzo.

 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter