Condividi su facebook
Condividi su twitter
Iniziativa promossa dal Comune di Deruta, in collaborazione con il Centro Russo di Scienza e Cultura e l'Associazione "Russia in Umbria"
deruta-grande

Saranno piantati, nel tempo, 58mila alberi, in parchi, scuole, aree verdi, come simbolo dell’amicizia e del gemellaggio fra Deruta e la città russa di Gzhen, ma anche in onore alla vita: è questo il senso dell’iniziativa “Il Giardino della Memoria”, promossa dal Comune di Deruta, in collaborazione con il Centro Russo di Scienza e Cultura e l’Associazione “Russia in Umbria”. L’appuntamento è per oggi pomeriggio, alle ore 18.00, presso la Scuola dell’Infanzia di Deruta, dove verranno piantati i primi alberi.

“Il progetto – spiega il sindaco Michele Toniaccini – intende rafforzare i legami con la città gemellata, con le relative associazioni presenti sul territorio, oltre che rinsaldare l’amicizia fra popoli”. Per il sindaco, il gesto di oggi è anche un “inno alla pace e alla condivisione. Iniziamo dalla scuola, perché intendiamo sensibilizzare i più piccoli e rendere i giovani sempre più protagonisti attivi della vita cittadina”.

Saranno presenti il sindaco Michele Toniaccini, la direttrice del Centro Russo di Scienza e Cultura, Daria Pushkova e la presidente dell’associazione “Russia in Umbria”, Larisa Gavrilova e la dirigente scolastica Isabella Manni.

Allieterà la serata la Banda Musicale “Città di Deruta”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter