Condividi su facebook
Condividi su twitter
L’esclusiva location è stata scelta dal giornalista e scrittore Corrado Augias, per partecipare e trasmettere il suo intervento al festival organizzato da Repubblica
Augias teatro

Il teatro della Concordia di Monte Castello di Vibio sarà tra i protagonisti (uno dei quattro teatri scelti) di un inedito “festival ibrido”, La Repubblica delle Idee (8 – 10 luglio), tra appuntamenti in Piazza Maggiore a Bologna ed altri esclusivamente online.

Tra questi ultimi figura, quello di Corrado Augias che, dal teatro della Concordia di Monte Castello, farà il suo intervento, dal titolo “Il contagio come metafora”, in cui parlerà degli effetti del Coronavirus e del ritorno ciclico delle epidemie sempre più frequente, con la trasmissione dei virus dagli animali all’uomo, dato dal fatto che la presenza umana sul pianeta è sempre più alta, con otto miliardi di esseri umani.

Corrado Augias che vive spesso in Umbria, nel tuderte, darà il suo importante contributo a diffondere il nome di Monte Castello e della Media Valle del Tevere.

Appuntamento oggi, venerdì 10 luglio, alle 16.40 sul sito di Repubblica https://bit.ly/2VQTAHg

Corrado Augias a RepIdee2020

Che posto avrà il Coronavirus nella lunghissima storia delle epidemie? Lo spiega a RepIdee2020 Corrado Augias: “Il ritorno ciclico delle epidemie sarà sempre più frequente. Passa da animale ad animale fino all’animale uomo. Perché il pianeta soffre della presenza di otto miliardi di esseri umani che stanno violentando i suoi equilibri. E Gaia, il pianeta Terra, reagisce”. (Venerdì 10 luglio alle 16.40 sul sito di Repubblica https://bit.ly/2VQTAHg)

Pubblicato da La Repubblica delle Idee su Lunedì 6 luglio 2020

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter