Condividi su facebook
Condividi su twitter
Il malcostume dell’abbandono del vetro, si perpetua: sacchi e scatoloni pieni di bottiglie di vetro lasciate per terra quando la campana è piena
vetro canonica

La campana per la raccolta del vetro a Canonica continua a documentare cialtroneria. La foto qui sopra, è stata scattata ieri ed offre la prova che c’è gente che ignora le regole più semplici. Nei giorni passati la campana era colma, ma graziosamente – a data stabilita – gli incaricati dello svuotamento hanno provveduto, ma evitando di raccogliere le centinaia di bottiglie accatastate lì attorno. Non è loro compito, si dirà. Ma un segno, un piccolo segno di attenzione avrebbe confermato che un lavoro svolto con scienza e coscienza, come ama soavemente dire il presidente del Consiglio, prevede di superare, anche se di poco, la soglia dell’obbligo contrattuale.

Resta la vergognosa indifferenza di quei tali che hanno lasciato lì sacchi di bottiglie di birra, e a corredo, altri contenitori di vetro. È gente che vive lì attorno, magari ospiti occasionali di case di vacanza, che passa e ripassa sulla strada e rimirando l’orrore del degrado non avverte il dovere di chinarsi e raccogliere. Né chi li ospita ha il buonsenso di spiegare cosa si deve fare: innanzitutto conservare il vetro in casa, nell’attesa che la campana sia svuotata.

Tutti i rifiuti, vetro compreso,  hanno una destinazione e chi l’ignora è responsabile. Il sopralluogo della polizia municipale potrebbe aiutare a scoprire da dove viene tutta questa roba. Il vetro non lascia cattivi odori, ma è lì e dice tutto.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter