Condividi su facebook
Condividi su twitter
Riduzione per le attività chiuse durante il lock-down del 25% dell'intera tassa sui rifiuti per l'anno 2020, corrispondente a tre mensilità
federici sindaco

A Massa Martana sono stati approvati nel Consiglio Comunale del 29 settembre 2020, i regolamenti e le tariffe per la nuova IMU e per la TARI. 

“In particolare – si legge in una nota del sindaco Francesco Federici – per quest’ultimo tributo è stato introdotto nel nuovo regolamento l’articolo 28 secondo il quale, al terzo comma, è possibile concedere una riduzione di tale tariffa in casi di gravi calamità, emergenze sanitarie e gravi eventi di natura straordinaria,  finanziando tale riduzione con fondi propri di bilancio, senza spalmare il minor costo sugli altri contribuenti.

Ciò ha permesso di riconoscere una riduzione per le attività chiuse durante il lock-down del 25% dell’intera tassa sui rifiuti per l’anno 2020, corrispondente a tre mensilità. Il nostro Comune si distingue dunque da molti altri in quanto non applica la riduzione solo sulla parte variabile, ma sulla totalità della tariffa per un’effettiva diminuzione del 25%.

L’ARERA ha fissato i parametri per la determinazione della tariffa e per la sua rivalutazione con un coefficiente delta che per Massa  Martana si attesta al di sotto della media con un valore tra i più bassi rispetto agli altri comuni appartenenti all’Auri. Questo grazie alla buona gestione dei rifiuti attuata dall’Amministrazione e dal buon servizio svolto dagli uffici comunali preposti. 

Riconoscendo le difficoltà legate al Covid-19, sia per le famiglie che per le attività, resta la possibilità di pagamento in quattro rate dal 30 ottobre 2020 al 30 marzo 2021. Nel 2021 si cercherà di prevedere la prima rata con scadenza a luglio per evitare sovrapposizioni. 

La riduzione della Tari si aggiunge a quella della Cosap per l’occupazione del suolo pubblico concessa agli utenti del mercato settimanale con delibera di giunta; a bar e ristoranti con esenzione da marzo ad ottobre, come previsto dalla normativa nazionale.

Per le utenze domestiche si sta prevedendo un bando per concedere, alle famiglie in difficoltà, contributi a compensazione per la Tari 2020. Sono, inoltre, confermati gli sconti di 300,00 euro per chi adotta un cane ricoverato al canile comunale e del 15% per chi opta per il compostaggio domestico. 

Quanto sopra si è potuto realizzare grazie ai contributi governativi legati all’emergenza Covid-19 e a un’attenta rimodulazione dei fondi comunali a disposizione, ricordando che l’Amministrazione Comunale non ha scelto la rinegoziazione dei mutui per non gravare sulle generazioni future”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter