Condividi su facebook
Condividi su twitter
La Regione ha stanziato 900mila euro per le attività di noleggio con conducente e taxi e per le professioni turistiche esercitate con partita IVA
Bus Turistici

Assegnati dalla Giunta Regionale dell’Umbria, 900mila euro destinati a sostenere le imprese umbre del settore trasporto passeggeri non di linea mediante noleggio con conducente e taxi e le professioni turistiche esercitate con partita IVA, gravemente penalizzate dalla crisi economica connessa all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

L’assessore Michele Fioroni soddisfatto della misura dichiara: “Abbiamo ritenuto opportuno mettere in campo misure volte a sostenere alcune tra le categorie più colpite dall’emergenza Covid-19 e che rappresentano un elemento chiave del nostro sistema turistico”.

“La Regione Umbria conferma l’attenzione verso il settore turistico, centrale nella ripartenza dopo la fase più acuta dell’emergenza. Con questa misura specifica integriamo gli interventi a favore degli operatori di un comparto messo a dura prova, ma allo stesso tempo con grandi potenzialità da mettere a sistema e valorizzare”. Lo afferma l’assessore regionale al Turismo, Paola Agabiti 

Sviluppumbria S.p.A è stato individuato come il soggetto gestore dell’intervento. La delibera prevede l’attivazione di una misura straordinaria di indennizzi a fondo perduto di euro 1.500 per le attività delle guide e degli accompagnatori turistici e per le attività di Trasporto con taxi, noleggio di autovetture con conducente e di euro 4.000 per ciascuna impresa di bus turistici.

Sviluppumbria S.p.A. provvederà all’emanazione dell’avviso e all’indicazione, dunque, delle modalità di presentazione delle domande e di erogazione del contributo.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter