Condividi su facebook
Condividi su twitter
Al momento è stata presentata solo la prima parte del cartellone teatrale, per i mesi di novembre e dicembre, con tre spettacoli
teatro_comunale_todi

L’attività culturale della città di Todi non si ferma e continua la sua programmazione. E la stagione di prosa 2020-21 è un chiaro esempio della caparbietà delle istituzioni ad organizzare iniziative pubbliche. Il Teatro Stabile dell’Umbria ed il Comune di Todi hanno deciso di non rinunciare alla tradizionale stagione di prosa attraverso una formula adatta al momento particolare.
La presentazione, avvenuta nello spazio appena recuperato dei Portici Comunali, ha visto la partecipazione dell’Assessore alla Cultura Claudio Ranchicchio, del Direttore del Teatro Stabile Nino Marino, del regista Liv Ferracchiati, della Dirigente Bianca Maria Ragni e del sindaco Antonino Ruggiano. Visto l’alto numero di abbonati dello scorso anno e l’emergenza Covid ancora in corso, per ciascuno spettacolo verranno effettuati due serate con la capienza di 200 spettatori per ogni data.
Al momento è stata presentata solo la prima parte della stagione di prosa, per i mesi di novembre e dicembre, con tre spettacoli: Dall’inferno all’infinito di e con Monica Guerritore, che andrà in scena il 7 e 8 novembre; Furore, tratto dal romanzo di Steinbeck, messo in scena dalla compagnia Umberto Orsini, con Massimo Popolizio, in scena il 17 e 18 novembre; La tragedia è finita-Platonov di e con Liv Ferracchiati. Da mercoledì 21 si è aperta la campagna abbonamenti.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter