Condividi su facebook
Condividi su twitter
Il coordinamento forzista intende esprimere l’apprezzamento per il lavoro svolto dall’intera Amministrazione Comunale 
renzo-boschi

Forza Italia Todi accoglie con estrema soddisfazione la notizia dell’approvazione da parte della Soprintendenza dell’Umbria del progetto presentato dal Comune relativo alla realizzazione della nuova risalita del parcheggio di Porta Orvietana.
Uno dei punti del programma elettorale con cui Forza Italia si era presentata ai cittadini era proprio il miglioramento dell’accessibilità al Centro Storico dell’urbe. 

L’approvazione da parte della Soprintendenza rappresenta quest’oggi il punto fondamentale con cui si potrà dare via all’iter di approvazione del progetto esecutivo cui seguirà immediatamente la gara di appalto, l’aggiudicazione delle opere e l’inizio dei lavori.
Questa fondamentale opera pubblica, che consiste sostanzialmente nella realizzazione di un ascensore verticale a due cabine indipendenti capaci di trasportare fino a dodici passeggeri ognuna, sarà in grado di collegare la circonvallazione al Centro Storico in corrispondenza di Via Termoli. 

Unitamente al preesistente sistema di risalita, recentemente oggetto di un lavoro di manutenzione straordinaria, il nuovo ascensore potrà garantire da solo una capacità di trasporto di circa 20.000 unità al giorno.
L’opera prevede un investimento di circa €. 1.700.000,00 di cui un milione a titolo di finanziamento da parte della Regione dell’Umbria e la restante quota con un mutuo che il Comune di Todi ha provveduto già ad impegnare presso la Cassa Depositi e Prestiti.
Forza Italia Todi intende esprimere il più sincero apprezzamento per lo straordinario lavoro svolto dall’intera Amministrazione Comunale ed in particolare dal Sindaco Antonino Ruggiano, dall’Assessore ai Lavori Pubblici Moreno Primieri e, dall’Assessore al bilancio Elena BAGLIONI uomini e donne di FORZA ITALIA, veri protagonisti di questa opera infrastrutturale destinata a cambiare per sempre il volto della nostra Città. 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter