Condividi su facebook
Condividi su twitter
A Perugia l'uomo si è reso protagonista di due furti nel giro di nemmeno tre ore, periodo durante il quale ha trovato il tempo di evadere dai domiciliari
carabinieri pattuglia

Un 36enne cittadino tunisino, già noto alle cronache giudiziarie locali, è stato tratto in arresto due volte, nell’arco di poche ore, dai Carabinieri di Perugia.
E’ accaduto che intorno alle ore 17 di lunedì i Carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni lo hanno arrestato in flagranza quale presunto autore di furto aggravato e, alle successive ore 20, gli stessi militari, in flagranza del reato di evasione.
In particolare, l’uomo, all’interno di un supermercato della zona, ha asportato 14 confezioni di crema per l’igiene personale, per un valore complessivo di 210 euro, per poi essere bloccato dai Carabinieri, allertati telefonicamente dal personale dell’esercizio commerciale, che aveva notato il giovane aggirarsi con fare sospetto tra le varie corsie e, dopo essersi fermato a prendere qualcosa da uno scaffale, dirigersi velocemente verso l’uscita, senza fermarsi alle casse.
I militari, ricevuta la telefonata e notato il cittadino tunisino che a piedi si dirigeva verso l’ufficio postale ubicato nei pressi, si sono posti al suo inseguimento, riuscendo a bloccarlo e a sottoporlo a perquisizione personale, durante la quale sono state rinvenute, occultate nel giacchetto, le 14 scatole di crema, risultate non pagate.
Per il giovane, già attenzionato dai Carabinieri,  è scattato pertanto l’arresto, mentre la merce, ancora sigillata e integra, è stata restituita al direttore del punto vendita nel frattempo giunto sul posto.
Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato poi tradotto presso l’abitazione del fratello, in regime di arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.
Tuttavia, alle ore 19.30 è giunta una telefonata alla Stazione Carabinieri di Ponte San Giovanni, da parte della proprietaria di una profumeria, la quale riferiva che, pochi minuti prima, un giovane era entrato all’interno del suo negozio dove aveva illecitamente asportato un profumo per poi darsi alla fuga.
I militari della Stazione, giunti sul posto, dopo aver notato dalle telecamere dell’esercizio commerciale che si trattava del tunisino arrestato poche ore prima, si sono posti alla ricerca del medesimo, riuscendo a rintracciarlo, poco dopo, in via Lunghi e arrestandolo, questa volta, quale presunto autore del reato di evasione.
Considerati gli accadimenti, al terminedelle formalità di rito, il soggetto è stato trattenuto nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale CC di Perugia.
L’arrestato, nella mattinata di ieri, è stato condotto innanzi all’A.G. per la celebrazione del rito direttissimo, all’esito del quale, dopo la convalida dei due arresti, al giovane è stata applicata la misura della custodia cautelare in carcere ed è stato associato presso la casa circondariale di Perugia Capanne.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter