Condividi su facebook
Condividi su twitter
Una nuova ordinanza del sindaco Francesca Mele per cercare di arginare il contagio da Covid;  vietata anche la vendita di bevande alcoliche dalle 24 alle 7 del mattino
Francesca Mele sindaco

Il Comune di Marsciano interviene con una nuova ordinanza che contiene misure restrittive circa lo svolgimento dei pubblici spettacoli e il consumo di alcolici al fine di contenere la fase di aumento dei contagi da coronavirus che è in atto sul territorio comunale, dove è presente un cluster riconducibile a situazioni di socialità e convivialità nelle quali non sono state rispettate le regole anticontagio. Le misure adottate sono valide per tutto il periodo in cui vige lo stato emergenza dichiarato dal Governo italiano (al momento, e salvo proroghe, fino a tutto il 31 luglio 2021).    

Queste le misure dell’ordinanza:
I pubblici esercizi di somministrazione (bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie ecc.) che volessero organizzare dei cosiddetti “piccoli intrattenimenti” per i propri clienti sono obbligati: a dare comunicazione al Comune di Marsciano della data e dell’ora dell’evento con almeno 3 giorni di anticipo; a trasmettere al Comune copia del nulla osta Siae; a trasmettere un protocollo “Sicurezza Covid” sottoscritto dal Responsabile dell’evento nel quale sono specificamente indicate tutte le azioni e gli accorgimenti attuati per evitare assembramenti, non soltanto nell’area di pertinenza ma anche nelle aree immediatamente limitrofe. Restano valide le normali prescrizioni previste dal Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (Tulps) per questo tipo di iniziative e relative al divieto di fare pubblicità all’evento e di far pagare un biglietto o aumentare il costo delle consumazioni.

• Sono vietate le manifestazioni legate al folklore popolare e/o comunque di carattere storico, a qualsiasi titolo organizzate, che prevedono la realizzazione in forma itinerante (come, ad esempio, cortei e sfilate) in quanto risultano, per proprie caratteristiche, difficilmente gestibili sotto il profilo del rischio assembramenti e presenza di pubblico non contingentata. Restano invece consentiti gli spettacoli e le manifestazioni – realizzati nel rispetto delle linee guida – con posti a sedere preassegnati e assoggettati ai procedimenti autorizzativi vigenti.

È vietata la distribuzione di bevande alcoliche, in qualsiasi tipologia/formato di contenitore e di qualsiasi gradazione alcolica, mediante sistemi di distributori automatici che affacciano su via pubblica dalle 24.00 alle 07.00 di ogni giorno.

 Il Centro operativo comunale di Protezione civile è a disposizione per dare informazione e assistenza in merito al contenuto dell’ordinanza chiamando i numeri 3666918705 – 3669063655. 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter