Condividi su facebook
Condividi su twitter
Sono previsti sgravi fiscali per interventi di riqualificazione del territorio realizzati da cittadini e associazioni
todi-comune

È stato pubblicato sul sito del Comune di Todi l’avviso pubblico con il quale si recepiscono progetti aventi per oggetto interventi di riqualificazione del territorio, da parte di cittadini singoli o associati, con la possibilità di avere riduzioni o esenzioni di tributi.

Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano, non inserite nel piano comunale delle manutenzioni.

I destinatari del “Baratto Amministrativo” sono tutti i cittadini singoli (persone fisiche) o le associazioni stabili giuridicamente riconosciute che potranno così beneficiare riduzioni o esenzioni dei tributi TASI e TARI. L’esenzione è concessa per un periodo limitato e definito, per specifici tributi e per attività individuate dai comuni, in ragione dell’esercizio sussidiario dell’attività posta in essere. Tali riduzioni sono concesse prioritariamente a comunità di cittadini costituite in forme associative “stabili e giuridicamente riconosciute”.

I richiedenti devono specificare il progetto a cui aderire e le modalità di svolgimento delle attività in esso previste sulla base di quanto stabilito dal Regolamento e dalla citata Deliberazione della Giunta Comunale n. 64 del 18/03/2021 e le domande dovranno essere presentate all’Ufficio protocollo del Comune di Todi oppure inviate tramite PEC all’indirizzo comune.todi@postacert.umbria.it fino alle ore 13,00 del 02/08/2021, specificando nell’oggetto “Domanda Baratto Amministrativo 2021”.

Il regolamento, approvato in Consiglio Comunale a febbraio del 2019, nasce dalla sempre maggiore difficoltà per i comuni di far fronte alle innumerevoli esigenze legate al territorio e alla domanda di servizi (pulizia e decoro del territorio, manutenzioni del patrimonio e del verde, ecc.), stante anche il drastico e perdurante taglio di risorse provenienti dallo Stato per il finanziamento dei bilanci e diffondendosi contestualmente il numero di cittadini che, loro malgrado, non sono più in grado di pagare le tasse locali. Visto l’art.118 della Costituzione che ha introdotto nel nostro ordinamento il principio di sussidiarietà orizzontale, in base al quale il cittadino, sia come singolo sia in forma associata, deve avere la possibilità di cooperare con le istituzioni nel definire gli interventi che incidano sulle realtà sociali a lui più vicine, si sono sviluppate molteplici forme di collaborazione, sulle quali il baratto amministrativo è certamente la più importante.

“Il Baratto amministrativo – dice l’assessore Alessia Marta – è frutto di una sapiente e costante collaborazione tra gli uffici preposti a tale intervento: l’ufficio dei servizi sociali che recepisce le domande e valutano le stesse redigendo la graduatoria, ai fini della quale, deve essere presentata certificazione ISEE, e il servizio manutenzioni che valuta il progetto. Dall’esperienza dello scorso anno si è dimostrato uno strumento efficace ed efficiente, con il quale migliorare la qualità della vita nel nostro territorio, che inoltre può dare un piccolo aiuto alle famiglie proprio nel non facile periodo della pandemia. Non è da sottovalutare poi la finalità educativa che si estrinseca, in quanto  contribuisce in modo significativo a creare un senso di affezione e rispetto ai beni pubblici, di educazione civica e partecipazione attiva, tanto importanti soprattutto per i nostri giovani e piccoli cittadini di domani”.

“Sono davvero soddisfatto – afferma il consigliere con delega al decoro urbano e delle frazioni, Andrea Nulli – di come i cittadini inizino a rispondere positivamente anche a questo progetto. Ancora un importante esempio di collaborazione. Ritengo che in un comune come Todi, con un territorio molto vasto e frammentato in tantissime Frazioni, che richiede molti interventi, anche questa misura aggiuntiva possa contribuire a rendere ancora più bella la nostra città, oltre a quelle che abbiamo già messo e stiamo mettendo in campo, come il Servizio Decoro Urbano e il Servizio Decoro Frazioni”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter