Condividi su facebook
Condividi su twitter
Per la prima volta il festival tuderte viene annoverato tra i 65 festival nazionali che vengono finanziati dal Fondo Unico per lo Spettacolo
festival guarducci

Sono 65 i Festival Teatrali ammessi al finanziamento 2021 da parte del Ministero della Cultura attraverso il Fondo Unico per lo Spettacolo. Tra questi anche il Todi Festival.
“È una notizia importante – sottolinea il Sindaco di Todi Antonino Ruggiano – che rende merito al processo di crescita qualitativa portato avanti da Todi Festival in questi ultimi anni. Lo considero un punto di partenza piuttosto che un traguardo, che ci consentirà anche di rilanciare con convinzione le nostre politiche culturali per la Città di Todi.”

La notizia si è appresa pochi giorni fa e ovviamente c’era molta apprensione perché l’iter di approvazione è stato lungo, ma soprattutto molto selettivo.
“Abbiamo lavorato alacremente per lunghi mesi – dichiara Eugenio Guarducci Direttore Artistico del Todi Festival – a questo dossier e gli sforzi sono stati ampiamente ripagati. Nella graduatoria stilata dalla Commissione giudicatrice nominata da Ministero della Cultura, il Todi Festival è nella parte medio alta della classifica e questo ci fa ben sperare per quanto riguarda la fase finale di attribuzione delle risorse”.

L’affidamento triennale della direzione artistica a Eugenio Guarducci e dell’organizzazione generale all’Agenzia Sedicieventi, deliberato a Marzo del 2021 dalla Giunta Ruggiano, ha consentito di dare quella stabilità che consente al Todi Festival di programmare e progettare con una visione a medio/lungo termine, in precedenza molto difficile da attivare. E questi sono i primi risultati.
“A un mese dall’apertura della 35esima edizione – dichiarano Daniela De Paolis ed Edoardo Guarducci, rispettivamente Direttore Generale e Direttore di Produzione del Todi Festival – questa notizia ci riempie di orgoglio e ci permetterà di lavorare fin da subito per candidare il Todi Festival al prossimo bando triennale FUS 2022/2024″.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter