Condividi su facebook
Condividi su twitter
Sarà affiancato da un gruppo dirigente al quale non manca la passione per il basket e l’amore per questa società che ha tagliato il mezzo secolo di vita
Nestor basket promozione in D 2014

Luca Santini è il nuovo presidente della Nestor Basket Marsciano. Il giovaner neo presidente è stato eletto dal rinnovato consiglio direttivo. La successione a Franco Pinci, primo presidente nato e cresciuto nella cantera marscianese, era nell’aria un anno fa. Poi la pandemia ha un po’ allungato i tempi. Anche Santini è cresciuto a pane e pallacanestro. E non poteva essere diversamente, visto che mamma Lorella è stata una buona cestista e papà Lanfranco un “mito” del basket umbro. Il nuovo gruppo dirigente è profondamente rinnovato e proviene tutto dal basket giocato. Vice presidente è Fabrizio Coletti, dirigente responsabile Luigi Laura, figlio dell’ex presidente Bruno, direttore sportivo Francesco Narducci, addetto alla contabilità e all’archiviazione dati societari Gianni Comodi, responsabile del settore giovanile Massimiliano Berti, responsabile minibasket Federica La Piana e responsabile comunicazione Renato Valigi. E’ di sicuro una dirigenza alla quale non manca la passione per il basket e l’amore per questa società che ha già tagliato il mezzo secolo di vita.

Luca Santini e i suoi non avranno vita facile, dopo questo lungo stop, ma su una cosa non hanno dubbi: niente spese fuori bilancio, rafforzamento del settore giovanile e una prima squadra coi ragazzi del posto. Sulla pagina social della società il grazie a Franco Pinci. Per tutti scrive Renato Valigi. A guidare dalla pamchina la prima squadra Alessandro Mancini.Siamo sicuri che dal campo, alzando gli occhi in tribuna, avremo sempre modo di vedere Franco in prima fila a tifare per la squadra che ama, per la squadra in cui ha giocato sin da bambino. Siamo sicuri che questa scelta non cambierà per niente l’amore e la passione che hanno sempre contraddistinto Franco. E per quanto fatto in questi anni volevamo dire a lui, e di riflesso a tutti coloro che sono stati presenti nell’aiutare e nel gestire la nostra società, una sola parola: Grazie. Una parola semplice, che spesso sembra banale. Ma se sentita dire dalla persona giusta, in determinate circostanze, fa tutta la differenza del mondo. Grazie Franco. Grazie per quello che hai fatto. Grazie per aver preso le redini della società in un momento difficile. Grazie per aver creduto nel basket nostrano. Grazie per aver creduto nei marscianesi come giocatori, fiducia che negli anni passati era venuta a mancare. Grazie per aver creduto nei giovani, cosa che un po’ tutti dovrebbero iniziare a fare, nel basket e non solo. Grazie per i sacrifici, i pensieri e l’affidabilità dimostrata. Grazie per essere stato un buon padre di famiglia, per aver saputo perdonare errori e punire quando necessario. Grazie per essere stato sempre onesto e rispettoso delle regole, questa cosa fa onore a te e a noi tutti. Grazie per aver creduto ciecamente nei tuoi allenatori, senza mai mettere parola nelle scelte tecniche o negli errori. Grazie per averli protetti, per averli spronati a dare il meglio di se. Grazie per aver spinto molti a non abbandonare il basket solo perché meno bravi di altri, ma avergli fatto trovare la propria strada nel mondo della pallacanestro sotto altri aspetti: allenatore, arbitro, preparatore, aiutante, dirigente. Ogni singolo piccolo risultato che abbiamo raggiunto insieme è stato possibile grazie a te. Ed infine, personalmente, grazie per aver creduto in un giovane allenatore e capitano. Non tutti avrebbero avuto il coraggio di affidare una squadra ad un diciottenne, la fascia ad un poco più che ventenne. La persona che sono (e che noi tutti siamo) oggi , lo dobbiamo anche a te , quindi grazie di cuore dal Capitano, dai giocatori, dai tuoi allenatori, dalla dirigenza e dai tifosi, che anche nella peggior partita in promozione, non sono mai mancati. Ed anche per questo, Grazie”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter