Condividi su facebook
Condividi su twitter
I quattro indirizzi dello "Jacopone" promossi con il massimo dei voti dalla Fondazione Agnelli: svettano Linguistico e Scienze Umane, a ruota Classico e Scientifico
liceo

“Eduscopio”, l’indagine statistica promossa dalla “Fondazione Giovanni Agnelli” che riguarda circa 7.500 indirizzi di studio nelle scuole secondarie di secondo grado italiane, rivela risultati assai lusinghieri per il Liceo “Jacopone da Todi” e per i quattro indirizzi che lo compongono, confermando la sua alta qualità formativa – tale da porlo ai vertici regionali – in funzione del proseguimento degli studi in ambito universitario.

Giunta all’edizione 2021/2022, questa ricerca, che ha preso in considerazione gli studenti immatricolati nelle Università italiane negli anni accademici 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018, si riferisce all’analisi della correlazione tra la preparazione conseguita dagli studenti alla fine degli studi secondari di secondo grado e il rendimento rilevato al termine del primo anno di studi universitari.

L’indice, che mette insieme la media dei voti e i crediti universitari ottenuti, normalizzati in una scala da 0 a 100, pone i diplomati del Liceo Linguistico (con 69,71) e del Liceo delle Scienze Umane (con 59,20) al primo posto assoluto tra tutti i Licei della regione Umbria. Molto positivi sono pure i riscontri riguardanti i diplomati del Liceo Classico e del Liceo Scientifico, che ottengono anch’essi risultati superiori rispetto alla media regionale, piazzandosi rispettivamente al terzo (con 72,80) e al settimo (con 77,22) posto. Da notare, inoltre, che, concentrando il confronto con gli altri Licei del medesimo indirizzo nel raggio di 30 chilometri, il Liceo Classico, il Liceo Linguistico e il Liceo delle Scienze Umane sono al primo posto, il Liceo Scientifico al secondo posto.

Ma, oltre all’indice generale, ci sono altri dati molto interessanti, a partire da quello che riguarda gli studenti in regola con il piano di studi dopo il primo anno universitario, quando l’influenza della preparazione fornita dalla scuola secondaria superiore di provenienza è più accentuata e accertabile. La media dei diplomati al Liceo Linguistico che si immatricolano e superano il primo anno universitario è pari al 65% rispetto alla media regionale del 62%; quella dei diplomati del Liceo delle Scienze Umane è del 75% contro il 66% della stessa media regionale; quella dei diplomati del Liceo Classico e del Liceo Scientifico è pari rispettivamente all’83%e all’85%, coincidendo con la media regionale dei due indirizzi.

L’altro dato di grande interesse è rappresentato dalla percentuale di “Diplomati regolari”,vale a dire gli studenti che hanno completato il percorso liceale senza bocciature; anche in tal caso, il Liceo tuderte ottiene risultati eccellenti, con il primo posto regionale in riferimento ai “Diplomati regolari” per il Liceo Classico (87,70%) e il Liceo Scientifico (88,00%), il secondo posto per il Liceo delle Scienze Umane (73,40%), il quinto posto per il Liceo Linguistico (80,20%). Infatti, come sottolineano i ricercatori della “Fondazione Giovanni Agnelli”, le scuole “inclusive”, che presentano una bassa percentuale di bocciature, hanno ottenuto in media risultati migliori nell’indagine “Eduscopio” rispetto alle scuole “selettive” con un alto tasso di bocciature.

Da tenere presente, infine, che lo “Jacopone da Todi” è l’unico Liceo della Regione a registrare, con tutti e quattro gli indirizzi di cui si compone, punteggi alti nella prima metà della classifica, chiaro indizio di una omogeneità nei livelli formativi e di una conseguente eccellenza che meglio prepara agli studi universitari.
Il Dirigente Scolastico, Prof. Sergio Guarente, esprime in questi termini la sua grande soddisfazione per gli esiti di “Eduscopio” 2021/2022: “Ancora una volta, viene confermata l’eccellenza formativa del Liceo ‘Jacopone da Todi’, caratterizzato dall’alta professionalità dei suoi operatori scolastici (dai docenti al personale amministrativo, tecnico e ausiliario) e votato a coniugare brillantemente, nel segno incomparabile della licealità, tradizione e modernità, fedeltà ai valori culturali della nostra civiltà e apertura fiduciosa al futuro, perché la ‘carta vincente’ del Liceo è la sua passione autentica per l’‘animo libero’ dell’Uomo, per la sua inesauribile sete di conoscenza e di bellezza”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter