Condividi su facebook
Condividi su twitter
La Regione ha autorizzato nuove articolazione di studio agli istituti superiori di Foligno, dove viene attivato l'aeronautico, Spoleto, Gubbio e Piegaro
spagna spoleto

Tra i nuovi indirizzi di studio la cui attivazione è stata autorizzata dalla Regione Umbria a partire dall’anno scolastico 2022/23 figura quello tecnologico in “biotecnologie sanitarie” concesso all’Istituto tecnico-professionale “Spagna-Campani” di Spoleto, che ampia così ulteriormente la sua offerta che ormai spazia dal turismo allo sportivo, dall’elettronica ed elettrotecnica alla meccanica, meccatronica ed energia, dall’informatica e telecomunicazioni fino ai più tradizionali amministrazione, finanza e marketing e quelli professionali di manutenzione e assistenza tecnica.

Altra città beneficiaria dell’ampliamento dell’offerta formativa è quella folignate, con l’Istituto tecnico-economico “Scarpellini” che aprirà da settembre il corso aeronautico a servizio del distretto regionale protagonista del settore, andando a rafforzare una proposta che vede tra le articolazioni già quelle del Cambridge International, delle relazioni internazionali per il marketing, oltre anche qui all’amministrazione, finanza e marketing – SIA e al turismo.

La Regione ha detto sì pure alla richiesta di 2 corsi serali di istruzione per adulti, indirizzi turismo ed “ex ragioneria-SIA”  all’Istituto “Cassata-Gattapone” di Gubbio e ad una sezione Montessori presso la scuola primaria di Piegaro.
Cinque le richieste respinte, tra cui quelle per due agrari, da parte dell’Orfini di Foligno e dell’alberghiero di Assisi, per l’indirizzo trasporti e logistica del “Da Vinci” di Foligno, dei servizi per la sanità e l’assistenza sociale del “De Carolis” di Spoleto, del serale per adulti all’Ominicomprensivo di Giano e del socio-sanitario all’Ipsia di Todi (https://www.iltamtam.it/2022/01/05/bocciato-lindirizzo-socio-sanitario-allipsia-todi/).

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter