Condividi su facebook
Condividi su twitter
“European Schools Stand Against Bullying” è il titolo del progetto che ha visto una rappresentanza di ragazzi tuderti vivere una esperienza in Portogallo; prossime destinazioni Turchia e Grecia
cocchi aosta

La Scuola Media Cocchi-Aosta di Todi partecipa da diversi anni al Progetto Erasmus +, acronimo di EuRopean community Action Scheme for the Mobility of University Students. Si tratta di un programma di mobilità finanziato dall’Unione Europea che permette agli studenti di intraprendere un periodo di studio all’estero. Nel caso della scuola tuderte, la partnership è stata avviata tra i seguenti Paesi: Portogallo, Grecia, Turchia, Romania, Italia.

European Schools Stand Against Bullying” è il titolo del progetto, il cui obiettivo è quello di aumentare la consapevolezza sul tema del bullismo, molto sentito tra noi ragazzi, e analizzarne cause ed effetti, al fine di sviluppare le competenze sociali necessarie a prevenirlo e contrastarlo. RISPETTO, AMICIZIA, EMPATIA, PACE E APERTURA VERSO LE ALTRE CULTURE sono le parole chiave alle quali sono improntati i lavori all’interno del percorso.

Nonostante la pandemia dovuta al virus Covid-19, anche quest’anno 5 ragazzi delle classi 3A e 3E sono riusciti a vivere questa esperienza: grazie infatti alla disponibilità dei professori accompagnatori e del Dirigente Scolastico, ci siamo recati in Portogallo dal 9 al 15 gennaio. L’avventura portoghese ha avuto inizio con una calorosa accoglienza a Lisbona e in particolare presso la Scuola “Dr. Antonio Augusto Louro” a Seixal, una cittadina poco distante da Lisbona, al di là del fiume Tejo.

L’incontro con i ragazzi e i professori provenienti da altre nazionalità e culture è stato fin da subito improntato alla cordialità, all’amicizia e allo scambio: i laboratori svolti ci hanno infatti dato l’occasione di fare nuove amicizie, acquisire una visione più articolata sul tema del bullismo e non da ultimo, di migliorare la lingua inglese. Oltre alle attività didattiche è stato particolarmente piacevole partecipare alle escursioni programmate dallo staff portoghese, che ha curato nei minimi dettagli ogni cosa e ha consentito di vedere i diversi volti della bellissima Lisbona, ma tra le altre località anche di visitare il Castello di Sintra, il Castello di Sao Jorge, il Monastero di Jeronimos, Cabo do Roca (il punto più a ovest d’Europa con vista mozzafiato sull’Oceano) e la cittadina di Cascais.

Nel suo insieme è stata un’occasione di crescita sia sul piano didattico, che personale e sociale, in quanto abbiamo sperimentato in prima persona la possibilità e la bellezza di una convivenza rispettosa e arricchente tra singoli e culture. E’ stato un viaggio indimenticabile da consigliare a tutti i ragazzi: aprirsi ad altri popoli ci fa sentire cittadini del mondo!

…e non finisce qui: alunni e insegnanti si apprestano a partire per la Turchia nel mese di marzo e per la Grecia in maggio. Tra poco, inoltre, spetterà all’Italia, dal 27 marzo al 2 aprile, accogliere i partner stranieri e la scuola media Cocchi-Aosta si sta adoperando al meglio per offrire la massima accoglienza e lasciare agli ospiti un ricordo indelebile di Todi, dell’Umbria e della nostra scuola.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter