Condividi su facebook
Condividi su twitter
L'assessore rivendica come in cinque anni siano stati portati a termine lavori per 20 milioni di euro senza alcun intoppo, riprendendo in mano interventi che risalivano addirittura alla precedente Giunta Ruggiano
L’Assessore all’Urbanistica e Lavori Pubblici, Moreno Primieri

A Todi sono gli ultimi giorni di campagna elettorale, durante la quale non sono mancati terreni privilegiati di confronto e scontro. Quello della sanita e dell’ospedale, certo, ma anche sul tema della realizzazione delle opere pubbliche, con l’assessore uscente Moreno Primieri, con deleghe all’urbanistica e a lavori pubblici, più volte  chiamato in causa e che ora ha deciso di replicare.
“Ritengo overoso precisare – scrive Primieri – che l’attività svolta in questi cinque anni e quella programmata per i prossimi cinque sono rappresentate dai fatti concreti e intellegibili. Il fatto che dall’opposizione vengano continuamente citate opere pubbliche portate a compimento da questa amministrazione mi fa estremo piacere! Mi sembra che non siano mosse critiche sui tempi di realizzazione o sulle modalità di esecuzione, anzi, si ribadisce che sono state inaugurate e quindi finite“.

L’oggetto del contendere, durante la campagna elettorale è stato quello della “paternità” delle opere pubbliche delle quali l’assessore ha dato conto, peraltro proprio con una inserzione sul TamTam di maggio. “”Ritengo utile evidenziare, a chi non ne fosse a conoscenza, che per realizzare un’opera pubblica occorre passare tre fasi di progettazione (studio di fattibilità, progetto definitivo, progetto esecutivo), poi indire la gara di appalto, infine gestire la fase di esecuzione ed infine procedere alla rendicontazione. Ebbene, in questi cinque anni quasi 20 milioni di lavori sono stati portati a termine nel centro storico e nel territorio senza un minimo intoppo, senza le solite riserve delle ditte appaltanti e senza contenziosi che bloccano i lavori, li ritardano e spesso li fanno naufragare. Questi aspetti però a qualcuno sfuggono… va bene che siamo in campagna elettorale, ma non esageriamo con la demagogia”.

L’assessore Primieri coglie l’occasione per togliersi anche qualche altro sassolino dalle scarpe: “Voglio anche rivendicare che grazie a questa Amministrazione sono stati portati a termine i lavori della scuola Aosta, bloccati da un ammanco di 300.000 euro lasciato dalla precedente Giunta; la Palestra di Ponterio ferma da anni poi utilizzata per le vaccinazioni del covid 19; la Piazza di Ponterio con la chiusura del contratto di Quartiere. Opere già avviate dalla precedente Giunta Ruggiano e rispetto alle quali la Giunta di centro sinistra non era nemmeno riuscita ad avviare i vari iter amministrativi. Sul centro storico l’elenco sarebbe lunghissimo ma è sotto gli occhi di tutti”.

“È evidente – conclude Moreno Primieri – che in questi anni i due settori dell’Urbanistica, dell’Edilizia e dei LLPP, hanno lavorato in piena sintonia nella programmazione, nella progettazione e nella esecuzione degli interventi. Ciò è stato possibile grazie ad una gestione dell’assessorato che si è attenuta scrupolosamente al ruolo di indirizzo politico nelle scelte programmate, escludendo ingerenze nella gestione amministrativa, fin troppo bene eseguita dall’ottimo personale dei servizi. Abbiamo tanti progetti avviati per migliorare ancora la nostra città e sono sicuro che i cittadini saranno in grado di comprendere chi sarà in grado di portarli a termine”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter