Condividi su facebook
Condividi su twitter
Autorizzato il progetto del Comune per ulteriori interventi di manutenzione straordinaria, riqualificazione e valorizzazione di un'area strategica per ruolo e funzione di connessione artistica tra passato e presente grazie alle opere di Beverly Pepper
parco rocca todi

La Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio dell’Umbria ha espresso parere favorevole all’intervento di manutenzione straordinaria e completamento della pubblica amministrazione lungo il viale della Serpentina che collega, a Todi, il Tempio della Consolazione alla Rocca e viceversa ovviamente.
I lavori per i quali l’Amministrazione Ruggiano aveva chiesto l’autorizzazione risultano ricompresi nel “progetto dei percorsi vecchi e nuovi in rete nel sistema museale parco Beverly Pepper”. Si tratta di un via libera importante, visto che tutta l’area in oggetto risulta sottoposta a tutela paesaggistica fin dal 1956 e poi successivamente essendo stata ricompresa nel parco fluviale del Tevere.

La Soprintendenza ha preso atto, nel corso di un sopralluogo effettuato nei mesi scorsi, della presenza di settori in frana lungo il versante, anche a causa di una carente regimentazione delle acque meteoriche, e di una scarsa visibilità notturna, affidata in alcuni tratti alla sola luce lunare.
Nel rilasciare  l’autorizzazione, comunque, sono stati chiesti alcuni approfondimenti progettuali ed emanate delle prescrizioni al fine della caratterizzazione di alcuni settori e di rendere il percorso fisico e naturale parte integrante del percorso museale all’aperto.

La stabilizzazione delle scarpate con opere di ingegneria naturalistica, l’estensione dell’illuminazione dal primo al quarto tornante (con possibile integrazione della videosorveglianza), fino a ricongiungersi alla scalinata dei leoni e l’installazione di ulteriori basamenti-panchina potranno vedere la realizzazione senza porre in essere ulteriori procedure verso la Soprintendenza, che invece  ha chiesto un maggior livello di dettaglio prima di procedere alla posa di nuovi tratti di pavimentazione in prossimità del Belvedere, del tratto fronteggiante la già citata scalinata e del tratto terminale verso valle, interventi che si aggiungono al ripristino dei tratti ammalorati.

Nel dare atto che l’area assomma ruoli e connessioni molteplici a livello naturalistico e artistico, in dialogo continuo tra passato e contemporaneità, la Soprintendenza ha respinto soltanto la richiesta del Comune di Todi di posizionare il pannello indicante la presenza delle opere di Beverly Pepper alla base della scalinata di San Fortunato, invece che nell’attuale collocazione alle spalle del Tempio.
Una richiesta ispirata con tutta evidenza ad una logica di servizio e informazione al turista che è stata però ritenuta una prevaricazione del presente sul passato e non più un semplice dialogo.
Un dettaglio, rispetto alla portata della notizia, ovvero quella di una ulteriore riqualificazione e valorizzazione del parco della Rocca o di Beverly Pepper. Comunque della città di Todi.

 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter