Condividi su facebook
Condividi su twitter
L'azienda, con sede a Mercatello, è stata inserita nella terna di nomination Bibenda nella ventuduesima edizione della manifestazione organizzata da Bibenda
BRL00509

Ancora un prestigioso riconoscimento per l’olio della Castello Monte Vibiano; si è svolta a Roma sabato 18 giugno la ventiduesima edizione dell’Oscar del Vino, organizzato ogni anno da Bibenda e rivolto agli appassionati del mondo del vino, dell’olio e del buon mangiare.
La novità di questa edizione è stata l’Oscar dell’Olio, un premio istituito quest’anno, che dopo una lunga selezione fra gli olii extra vergine prodotti in tutta Italia ha portato in nomination per gli oscar un terzetto di produttori fra i quali c’era anche l’azienda di Mercatello di Marsciano.

“Essere arrivati con il nostro olio monodose in nomination alla prima edizione dell’oscar dell’Olio di Bibenda è un grande risultato per la nostra azienda e per la nostra Umbria – afferma Lorenzo Fasola Bologna, proprietario dell’azienda – Per noi, che produciamo sia olio che vino, è un doppio successo visto che quest’anno anche il Vigna Luisa ed il Vigna Lorenzo sono stati menzionati fra i ‘Vini Eccellenti d’Italia” da Bibenda e si sono aggiudicati i prestigiosi 5 Grappoli”.

Da oltre 20 anni Castello Monte Vibiano produce olio extra vergine in formato monodose; un prodotto pensato e creato negli ultimi anni dello scorso secolo per le Business e First class delle più importanti compagnie aeree del mondo; da Emirates a Quatar Airwais, da American Airlines  a Swiss Air, per citarne solo alcune.
Un prodotto che poi, nel corso degli anni è arrivato anche in molti ristoranti stellati, in Italia e nel mondo e che di recente, grazie anche alle tante varianti con aromi diversi, sta conquistando il mercato domestico.

“Una confezione monodose contiene 10ml di olio – dice Lorenzo Fasola Bologna – che è una giusta quantità per condire un’insalata o per un pranzo veloce; il fatto di avere queste piccole porzioni garantisce che il prodotto non subisce ossidazione dovuta al contatto con l’aria visto che la bottiglia viene aperta nel momento del consumo; grazie ai vari condimenti che abbiamo ideato (dal basilico al sesamo, dal piccante, al limone) i Vibianini stanno entrando anche nelle case di chi si diverte a cucinare;  ogni piatto può trovare l’abbinamento corretto con uno dei 12 gusti che produciamo”.

La Castello Monte Vibiano da 25 anni è leader mondiale in questo settore; è stata anche la prima azienda al mondo ad avere un protocollo di certificazione del DNA delle olive che garantisce la provenienza di ciò che finisce in bottiglia, dando al consumatore la certezza scientifica di consumare olio italiano al 100%.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter