Condividi su facebook
Condividi su twitter
Aumentano i prezzi e le bollette delle utenze, il Comune di Deruta aiuta le famiglie in difficoltà con i primi contributi
giunta deruta

L’inflazione galoppa, le bollette aumentano e il Comune di Deruta interviene fin da ora per sostenere le famiglie in difficoltà. Lo rendono noto il sindaco Michele Toniaccini e il vicesindaco Cristina Canuti (Politiche Sociali) che, nell’ultima seduta di giunta, hanno approvato una delibera per l’erogazione di contributi economici a sostegno delle spese per le utenze domestiche. Si tratta delle prime misure straordinarie a sostegno delle famiglie.

Nella delibera si fa riferimento al contesto internazionale, alla crisi pandemica e alla guerra in Ucraina che stanno destabilizzando i mercati, determinando un forte e generalizzato innalzamento dei prezzi, con particolare riferimento alle fonti energetiche. Nella stessa, si ricorda che già in precedenza molti nuclei familiari versavano in condizioni di disagio economico e questo trend negativo sta causando “un ulteriore aggravio della situazione, tale da determinare, per un crescente numero di famiglie, l’impossibilità di far fronte alle spese ordinarie”.

Da qui, la decisione di destinare 32.697,11 euro a favore dei cittadini per coprire, almeno parzialmente, i rincari dei costi per le utenze domestiche di elettricità, acqua e gas riferite all’abitazione di residenza nel territorio comunale derutese. A tal fine è stato predisposto il modulo di richiesta del contributo per raccogliere le istanze dei cittadini bisognosi nel più breve tempo possibile.

“Si tratta – affermano Toniaccini e Canuti – di una misura di sostegno economico straordinaria, ma indispensabile, perché questa è una comunità che si prende cura di tutti. L’importo è reso possibile anche grazie a un’attenta gestione del nostro bilancio. È chiaro che questi aumenti graveranno sempre più non solo sulle famiglie, ma anche sui nostri Comuni e sulle nostre spese”.
Le domande possano essere presentate, con le modalità indicate nell’Avviso, dal momento della pubblicazione dello stesso sul sito istituzionale e fino alle ore 12:00 del primo settembre 2022.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter