Condividi su facebook
Condividi su twitter
Dopo la "Casa Dipinta", una ulteriore iniziativa di Comune e CoopCulture per favorire la conoscenza dei siti culturali cittadini
Todi, Complesso delle Lucrezie e Lapidarium

Il Comune di Todi e CoopCulture, in continuità con l’esperienza avviata con l’apertura straordinaria della “Casa Dipinta”, intendono proseguire nella promozione di iniziative volte ad una sempre maggiore fruizione dei siti facenti parte del circuito culturale cittadino.
A tal fine, domenica 20 novembre, tutti i residenti nel territorio tuderte potranno visitare gratuitamente il museo lapidario che conserva una delle più antiche raccolte dell’Umbria e che, proprio di recente, è stato oggetto di inserimenti di elementi di realtà aumentata, con le tecnologie digitali utilizzate per favorire uno storytelling più coinvolgente.

Situato a pochi metri da Piazza del Popolo e dal Duomo, il Lapidario ha sede nell’antico Monastero delle Lucrezie, che si apre nel chiostro del Nido dell’Aquila, dove regnano la pace e il silenzio. Il complesso ha origine nella prima metà del XV sec., quando madonna Lucrezia della Genga lascia nel 1425 in eredità alle consorelle un edificio posto a ridosso delle mura della città di Todi.
Il Lapidario conserva materiali lapidei di età antica, medievale e moderna che sono stati rinvenuti nel corso dei secoli nella città e nel suo territorio subendo negli anni diversi spostamenti, fino a trovare nel 2008 l’attuale sede espositiva. Il percorso museale comprende più sezioni che seguono l’ordine cronologico a partire dall’età romana fino al XIX secolo.

La recente implementazione rientra in un progetto che punta a collegare l’ex Monastero delle Lucrezie all’iniziativa internazionale dell’Associazione Saint Francis’ Ways per la certificazione delle Vie di Francesco come Itinerario Culturale Europeo, che sta realizzando itinerari virtuali che collegano a livello continentale e anche in Terra Santa i luoghi legati dalla presenza francescana ed al loro “lascito” culturale e scientifico.

Per i non residenti l’accesso sarà possibile previo pagamento del biglietto: 5 euro intero: ridotto 3 euro (over 60), 2,50 euro (under 25); gratuito fino a 6 anni.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter