Condividi su facebook
Condividi su twitter
Tradizionale Concerto della Filarmonica Città di Marsciano Venerdì 25 novembre, alle ore 21.15 presso il Teatro Concordia
Foto Filarmonica Marsciano

Dopo due anni di assenza la Filarmonica Città di Marsciano torna ad esibirsi per il tradizionale concerto di Santa Cecilia che si terrà venerdì 25 novembre alle ore 21.15 presso il Teatro Concordia di Marsciano. 

Il programma musicale, che la Filarmonica sta preparando insieme all’instancabile Maestro Antonio Diotallevi, è molto ricco e spazia da Mozart a Verdi, da Bizet a Gershwin, da Louis Armstrong a Lucio Dalla. La serata si preannuncia intensa e sarà resa ancora più coinvolgente dal Prof. Andrea Franceschetti, Aretino dell’anno 2020 e grande amico della Filarmonica, che saprà affascinare il pubblico e accompagnarlo in un sorprendente viaggio musicale. All’ingresso del teatro si potrà sostenere la Filarmonica e diventarne soci contribuendo così a mantenere in vita una delle più longeve associazioni musicali umbre.

Il concerto di Santa Cecilia sarà anche l’occasione per celebrare pubblicamente i successi musicali di alcune musiciste della Filarmonica: Lucia Alunni, primo flauto dell’Orchestra Sinfonica del Molise, Valentina Antonelli e Letizia Rossi componenti della Banda Giovanile Sinfonica Nazionale ANBIMA. I traguardi dei propri musicisti sono motivo di orgoglio e di vanto per la Filarmonica, segno che la banda cittadina, dopo 220 anni di storia, continua ad essere un terreno fertile per far sbocciare, oltre che tanti momenti di amicizia e condivisione, talenti e buona musica. 

La Filarmonica è un fondamentale punto di riferimento per la comunità. Sempre presente alle più significative celebrazioni religiose e civili, organizza ogni anno il concerto a favore dell’AUCC Umbria al Parco dei Sette Frati e collabora con le altre associazioni del territorio e con le istituzioni scolastiche. A maggio la Filarmonica ha suonato insieme agli allievi del corso musicale dell’Istituto Omnicomprensivo Salvatorelli-Moneta: il concerto, che ha visto una grande partecipazione di pubblico, rappresenta solo l’inizio di una rinnovata e proficua collaborazione con le medie musicali. Numerose sono state, inoltre, le partecipazioni a rassegne bandistiche. La Filarmonica non si è fermata neanche durante i periodi più bui della pandemia registrando video musicali a distanza e consegnando alle residenze protette della zona dvd e cd dei propri concerti per dare conforto, attraverso la musica, agli ospiti delle strutture. 

La Filarmonica di Marsciano è attualmente in cerca di una nuova sede visto che i locali presso la stazione ferroviaria saranno oggetto di interventi di riqualificazione, finanziati con fondi PNRR, che prevedono nuove destinazioni d’uso per l’intero immobile. Fondamentali per l’associazione, nella ricerca di una nuova e idonea sistemazione, sono l’aiuto e il supporto dell’amministrazione comunale.

 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter