Condividi su facebook
Condividi su twitter
L’ingegnere massetano ha curato la progettazione del consolidamento della rupe di Massa Martana ed il completo rifacimento delle mura
the plan award massa

“Ho vinto, ce l’abbiamo fatta!”. Queste le prime parole cariche di emozione arrivate dall’Ing. Giuseppe Federici, forse ancora un po’ incredulo per il grandissimo successo riportato nel concorso internazionale “The plan Award 2022”, dal quale è uscito vincitore planetario con il suo progetto di consolidamento della rupe, nella categoria di recupero e riqualificazione urbana, in gara di fronte ad uno stuolo di temibilissimi colleghi-concorrenti di tutto il mondo e collocati ai massimi livelli professionistici. 

THE PLAN Award è un premio internazionale annuale di eccellenza in architettura, interior design e pianificazione urbana. Con 20 categorie tematiche e oltre 1000 progetti candidati ogni anno, THE PLAN Award rappresenta un’occasione per architetti, designer, urbanisti e progettisti per mettersi in gioco, entrando a far parte di una community internazionale e contribuendo al dibattito sulle tematiche più attuali nell’ambito della progettazione.

Tutti i progetti in concorso saranno pubblicati sul sito di THE PLAN, mentre a tutti i vincitori e alle menzioni d’onore sarà dedicata un’intera pagina nel volume speciale THE PLAN Award, distribuito in tutto il mondo. La qualità del concorso è sottolineata da una giuria di livello internazionale composta da personalità di spicco nell’ambito della progettazione, del design, del Real Estate e del mondo accademico.

Giuseppe Federici ha tenuto immediatamente a precisare che il premio è dedicato ai suoi genitori Bruno e Serafina, alla figlia Elena, allo scomparso Sindaco Giampiero Gubbiotti e a tutta la cittadinanza massetana, pronta senza dubbio, a rallegrarsi con lui per il superbo risultato ottenuto e per il lustro che con il proprio lavoro, ha saputo regalare alla terra natia e a tutta la comunità locale.

Foto: Germano Bracchi – Antonio Orsini Federici

 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter